rotate-mobile
Cronaca Acireale

Acireale, ingegnere autorizzato a svolgere "attività extraconiugale"

L'ingegnere capo del Comune di Acireale, Salvatore Di Stefano, chiarisce divertito che si tratta di un equivoco, un refuso: "Avevo chiesto l'autorizzazione per compiere un lavoro fuori dal Comune di Acireale, ovvero un lavoro 'extraistituzionale' invece questa parola è stata storpiata in extraconiugale"

Chiede al Comune un'autorizzazione a compiere un collaudo in un cantiere, ma il Comune sbaglia e lo autorizza ad avere un'amante. Protagonista l'ingegnere capo del Comune di Acireale, Salvatore Di Stefano, che il Comune con la delibera numero 35 del 19 aprile del 2013 autorizza ad svolgere "attività extraconiugale".

Raggiunto telefonicamente dall'Agi, l'ingegnere Di Stefano chiarisce divertito che si tratta di un equivoco, un refuso: "Avevo chiesto -spiega- l'autorizzazione per compiere un lavoro fuori dal Comune di Acireale, ovvero un lavoro 'extraistituzionale' invece questa parola è stata storpiata in extraconiugale". Sessant'anni, sposato, padre di figli Di Stefano aggiunge ironico: "Lo dirò a mia moglie adesso. Sono innamorato di lei e certo alla mia età non penso ad avere un'amante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acireale, ingegnere autorizzato a svolgere "attività extraconiugale"

CataniaToday è in caricamento