Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Acireale

Acireale, la Perla Jonica diventa Hotel Hilton Capo Mulini: merito di uno sceicco

Con il passaggio di proprietà alla Item srl, società di investimenti e sviluppo di Catania - il cui principale azionista è lo sceicco Hamed Al Hamed- il complesso si avvia alla preparazione del sito per la cantierizzazione del nuovo 4 stelle superior

E' stata portata a termine oggi con la stipula dell'atto notarile l'operazione di compravendita del complesso turistico alberghiero "La Perla Jonica" di Acireale

Con il passaggio di proprietà alla Item srl, società di investimenti e sviluppo di Catania - il cui principale azionista è lo sceicco Hamed Al Hamed, presidente di uno dei fondi di investimento più importanti del mondo - il complesso si avvia alla preparazione del sito per la cantierizzazione del nuovo 4 stelle superior, esclusivamente a uso alberghiero e convegnistico.

La Item Srl sottolinea che "si tratta del primo investimento emiratino privato, e non con fondi sovrani, fatto in Italia".  "Il nuovo complesso turistico, che prendera' il nome di Hotel Hilton Capo Mulini, sarà gestito dal gruppo internazionale di hotellerie e impiegherà, a regime, circa 400 persone".

Rispetto al valore peritale del complesso "Capo Mulini", pari a 28,5 milioni di euro secondo la valutazione indipendente disposta dal Ministero dello Sviluppo economico, l'acquisto da parte di Item srl ha avuto un controvalore complessivo di 34,6 milioni euro, oltre all'accollo delle spese procedurali, per un totale di 35 milioni e 160 mila euro. La fase di acquisto del complesso è stata portata a termine anche grazie a un finanziamento concesso da Monte dei Paschi di Siena Capital Service. Il progetto della nuova proprietà per la futura struttura prevede cosi' un investimento complessivo che raggiunge i 140 milioni di euro tra acquisizione, ristrutturazione, opening e fase di start-up del complesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acireale, la Perla Jonica diventa Hotel Hilton Capo Mulini: merito di uno sceicco

CataniaToday è in caricamento