Medico aggredisce infermiera, NurSind: "Chiediamo provvedimenti e sicurezza"

Al pronto soccorso dell'ospedale di Acireale la donna è stata strattonata e insultata perché aveva sollecitato il medico a recarsi da un paziente con un malessere, secondo lei, preoccupante

Proseguono gli episodi di violenza negli ospedali di Catania e provincia. Al pronto soccorso di Acireale, un'infermiera è stata aggredita da un medico di turno, dopo averlo sollecitato ad intervenire nei confronti di un paziente che, secondo la donna, manifestava un malessere allarmante. Il medico ha reagito pesantemente nei confronti della donna, strattonandola e inveendo contro di lei. A soccorrerla sono stati proprio i pazienti e i familiari che hanno assistito alla scena.

Sul grave episodio il NurSind, sindacato delle professioni infermieristiche ha affermato: "Si tratta di un inconfutabile, ingiustificabile e vergognoso atto di violenza fisica e morale verso l’infermiera in questione, che ha determinato un grande disagio alla lavoratrice, ledendo valori della libertà, della dignità e della riservatezza, così come la rilevanza della condizione di 'benessere' psico-fisico del lavoratore, provocando finanche lesioni personali tanto che la dipendente ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari registrandosi al triage, circostanziando l’accaduto". Chiediamo un intervento del Sig. Direttore Generale, nonché dei soggetti in indirizzo teso al ripristino della legalità, finalizzato a prevenire e contrastare l’insorgere di azioni lesive della dignità e dell’iniziativa personale, della massima espressione delle capacità individuali, sia sul fronte dell’organizzazione del lavoro che su quello delle singole relazioni interpersonali, per evitare l’instaurarsi di fenomeni di prevaricazione e di molestia morale, e considerato i precedenti dell’evento, anche di mobbing".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento