Acireale, non si fermano all'Alt della polizia: nascondevano cocaina in auto

I poliziotti scesi di corsa dall’auto di servizio, hanno intimato l’Alt ponendosi davanti alla Smart. I tre individui e l’autovettura sono stati immediatamente sottoposti ad accurata perquisizione

Lo scorso 20 ottobre, nell'ambito dei servizi di controllo del territorio, la polizia di Acireale, intorno alle ore 20, percorrendo piazza Dante al fine di effettuare controlli di persone pregiudicate o sospette, ha notato un’autovettura Smart con a bordo due persone. A fianco al guidatore, all’esterno dell’autovettura, un noto pregiudicato il quale vedendo arrivare l’autovettura della polizia con un gesto inequivocabile ha invitato l’autista della Smart ad allontanarsi.

I poliziotti scesi di corsa dall’auto di servizio, hanno intimato l’Alt ponendosi davanti alla Smart. I tre individui e l’autovettura sono stati immediatamente sottoposti ad accurata perquisizione e, all’interno di un borsello di proprietà dell’autista Angelo Restivo, residente ad Aci Catena, pregiudicato, sono state rinvenute, parzialmente occultate, 13 dosi di cocaina (cosiddette “pippotti”) pronte per lo spaccio ed il consumo, nonché alcune dosi di marijuana.

Tutti i tre soggetti, due uomini ed una donna, proprietaria dell’autovettura sono stati accompagnati in Commissariato e dopo gli ulteriori accertamenti Restivo è stato arrestato per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento