Acireale, picchiava ripetutamente la madre e la sorella con bastoni e coltelli

Gli agenti hanno trovato due donne ferite e sanguinanti sull’androne di casa, mentre l’uomo si era barricato all’interno dell’edificio

Lo scorso 29 giugno, la polizia ha arrestato il ventitreenne srilankese W.R.D.R.T., residente in Acireale, in quanto responsabile di lesioni aggravate e maltrattamenti in famiglia nei confronti della propria madre, e della sorella. I poliziotti, intorno alla mezzanotte, sono intervenuti su indicazione della centrale operativa acese dove, poco prima, era giunta una chiamata al numero di emergenza.

Giunti presso l’abitazione segnalata, gli agenti hanno trovato due donne ferite e sanguinanti sull’androne di casa, mentre l’uomo si era barricato all’interno dell’edificio.

All’intimazione perentoria del personale, l’aggressore è uscito dall’appartamento, consegnando spontaneamente i bastoni, utilizzati per percuotere la madre e la sorella poco più giovane di lui, oltre a un coltello a scatto e un altro oggetto contundente, che sono stati sottoposti a sequestro.

Dalle prime e immediate attività d’indagine, poi approfondite nel corso della mattinata successiva, si è potuta ricostruire una vicenda familiare penosa, piena di violenza.

Le percosse e i maltrattamenti subiti dalle due donne, vittime del loro congiunto violento, erano quotidiani da almeno cinque anni: le vittime li subivano quasi fossero assoggettate al comportamento violento del loro familiare convivente.

I bastoni utilizzati e sequestrati sono, con ogni probabilità, derivati da un unico manico di scopa di legno, opportunamente diviso in due pezzi, alle cui estremità era stato avvolto de nastro adesivo, plausibilmente utilizzato per una “migliore impugnatura” da parte dell’uomo violento.

Presso l'ospedale acese, dove le due vittime sono state accompagnate dal personale della Volante con l’ausilio di un’ambulanza, le donne sono state prontamente medicate e giudicate guaribili, rispettivamente, la madre in 30 giorni e la sorella dell’arrestato in giorni 6. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento