Acireale, riapre chiesa danneggiata da sisma Santo Stefano 2018

Il costo totale del rifacimento della chiesa ammonta a circa 40.000 euro. La chiesa, costruita agli inizi del XIX secolo, nel tempo ha subito più volte le conseguenze di terremoti

Riaprirà al culto giovedì prossimo 2 luglio con una Messa officiata dal Vescovo di Acireale Mons. Antonino Raspanti la chiesa della frazione Fiandaca di Acireale, danneggiata dal Sisma di Santo Stefano del 2018. L'appuntamento è per le 19. A renderlo noto è la Diocesi di Acireale, che in una nota definisce la riapertura "un ulteriore segno di speranza in uno dei centri maggiormente colpiti dal terremoto".

"La comunità - continua la nota - si riappropria della propria chiesa, dedicata a Santa Maria delle Grazie, ristrutturata con le offerte delle Diocesi siciliane raccolte in occasione della giornata a favore delle comunità colpite dal sisma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il costo totale del rifacimento della chiesa ammonta a circa 40.000 euro. La chiesa, costruita agli inizi del XIX secolo, nel tempo ha subito più volte le conseguenze di terremoti. Fu danneggiata nel 1864, 1879 e nel 1894 e fu restaurata nel 1904. Altri terremoti nel 1908, 1914 e 1984. La chiesa fu poi riaperta nel 1995.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Motociclista 47enne in gravi condizioni al Cannizzaro

  • Prezzi delle case a Catania: la mappa zona per zona

  • Coronavirus, in Sicilia due nuovi casi e un morto

  • Superbonus edilizia: "Accelerare i tempi, serve meno burocrazia"

  • Coronavirus, in Sicilia situazione stabile: scoperto un nuovo caso

  • Rete di pusher agiva in diverse piazze di spaccio, scattano gli arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento