menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Acireale, emergenza rifiuti: inizia dal centro storico la raccolta "porta a porta"

Il comune di Acireale ha avviato la raccolta differenziata porta a porta d'emergenza nel centro storico, a Santa Caterina e a Santa Maria La Stella

Continua l’emergenza rifiuti nel territorio comunale di Acireale. “Nulla potrà cambiare se la Regione non assumerà provvedimenti e non ci consentirà di smaltire la produzione giornaliera integrale e l’enorme quantitativo di rifiuti che si è accumulato la scorsa settimana - interviene l’assessore all’ambiente Francesco Fichera-. La situazione davanti all’impianto della Sicula Trasporti non è cambiata, i nostri compattatori restano sempre in coda per ore e ore e resta bloccata la capacità di conferimento a 78 tonnellate rispetto alle 88/90 tonnellate di rifiuti prodotte ad Acireale nel periodo estivo. Nessuna risposta intanto è arrivata ai solleciti inviati alla Regione e dalla Prefettura sulla situazione d’emergenza segnalata”.

Intanto, costretto dall’emergenza ad innalzare immediatamente le percentuali di differenziata e ad abbassare la quantità di rifiuti conferiti in discarica, il comune di Acireale ha avviato oggi la raccolta differenziata porta a porta d’emergenza nel centro storico, a Santa Caterina e a Santa Maria La Stella.

Sarà osservato il seguente calendario: dalle 5.30 alle 8.30 tre volte a settimana sarà raccolta la frazione umida (martedì, giovedì e sabato), una la carta e il cartone e le materie plastiche (mercoledì), due volte a settimana la frazione residuale (lunedì e venerdì). 

Il servizio d’emergenza di raccolta differenziata porta a porta è stato avviato oggi dalla frazione residuale. Domani, martedì, si procederà con la raccolta della "frazione umida".

"Si raccomanda ai cittadini di esporre solo i sacchetti contenenti avanzi di cucina e cibo e verde. Il sindaco Roberto Barbagallo, con l’assessore Fichera, si appella alla collaborazione della cittadinanza", si legge nella nota. Si chiede, di evitare o limitare nei limiti del possibile il conferimento e nelle zone in cui è istituita la differenziata di rispettare il calendario, disponibile al Palazzo del Turismo.

“Saranno ancora giorni pesanti per la città. Avremmo voluto che la raccolta differenziata partisse su tutto il territorio con la dovuta campagna informativa e la distribuzione dei kit con la nuova gestione del servizio di igiene urbana, ma dobbiamo fronteggiare l’emergenza e innalzare immediatamente gli indici di differenziata. Comprendiamo bene le difficoltà dei cittadini e li invitiamo alla massima collaborazione,- raccomanda il sindaco-. Nei prossimi giorni istituiremo un centro comunale di raccolta provvisorio in via Lazzaretto, dove tutti gli acesi potranno conferire la frazione secca, (plastica, carta e vetro)”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento