Acireale, sorpreso dai carabinieri mentre spaccia 'fumo': arrestato

Il 38enne Emanuele Cubeda era già sottoposto a sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno

I carabinieri di Acireale hanno arrestato il 38enne acese Emanuele Cubeda, già sottoposto a sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Sono stati gli uomini del nucleo operativo a osservare prima da lontano il pusher e poi bloccarlo in via Antonino Bonaccorsi mentre piazzava, in cambio di denaro, alcuni grammi di marijuana a un uomo di 44 anni, anch’egli di Acireale.

Emanuele Cubeda, sottoposto a immediata perquisizione personale, è stato trovato in possesso di altre dosi di marijuana  di 40 euro in contanti, incassate dall'attività di spaccio.

L’acquirente è stato segnalato alla prefettura di Catania per uso personale di sostanze stupefacenti, mentre l’arrestato attenderà il processo per direttissima agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento