Vizio del gioco e strozzini in azione: intera famiglia arrestata per usura

Una famiglia che prestava soldi a usura con tassi mensili del 10-20% è stata sgominata da carabinieri di Acireale. Arrestati un uomo di 81 anni, la moglie 76enne, il figlio di 51 anni e sua moglie di 41 anni. Ai quattro il Gip, su richiesta della Procura di Catania, contesta anche l'associazione a delinquere

Una famiglia che prestava soldi a usura con tassi mensili del 10-20% è stata sgominata da carabinieri di Acireale. Arrestati un uomo di 81 anni, la moglie 76enne, il figlio di 51 anni e sua moglie di 41 anni.

Ai quattro il Gip, su richiesta della Procura di Catania, contesta anche l'associazione a delinquere. Arrestato anche un "cassiere" 31enne, e sequestrati 36mila euro in contanti. Una decina le vittime, artigiani e commercianti, identificata dai militari.

Le indagini avevano inizialmente riguardato una rapina nella filiale di Ragalna della Banca Popolare di Lodi, in cui era coinvolto il figlio. Da qui i carabinieri sono risaliti al giro di prestiti a titolari di attività artigianali e commerciali con tassi oscillanti tra il 10 ed il 20% al mese (120-240% annuo).

In un caso era stato richiesto il 20% al giorno, ovvero il 600% al mese. L'anziano truffatore stabiliva l'ammontare degli interessi, suo figlio si incaricava delle riscossioni, effettuate però anche dalle due donne della famiglia quando quest'ultimo era detenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento