Acitrezza, pulizia straordinaria di piazza Giovanni Verga

Con scope alla mano ed adeguati detersivi, con l'ausilio dell'autocisterna messa a disposizione dal comune, erano presenti il sindaco Filippo Drago, vice Sindaco, alcuni consiglieri comunali ed rappresentanti dei ristoratori di Confcommercio Orazio Pappalardo, presidente della locale associazione, e Francesco Sorbello, vice direttore provinciale Confcommercio

Dopo essersi dati appuntamento davanti alla Chiesa Madre di Acitrezza, hanno risposto all'invito del sindaco Filippo Drago. Erano presenti il vice Sindaco, alcuni consiglieri comunali ed rappresentanti dei ristoratori di Confcommercio Orazio Pappalardo, presidente della locale associazione, e Francesco Sorbello, vice direttore provinciale Confcommercio, insieme ad altri operatori commerciali. Con scope alla mano ed adeguati detersivi, con l'ausilio dell'autocisterna messa a disposizione dal comune, Sindaco e presenti con metodo ed organizzazione hanno iniziato le pulizie straordinarie proprio dalla storica piazza Verga. "Non abbiamo fatto nulla di straordinario - afferma Filippo Drago - se si considera che questi luoghi sono come la nostra casa, un pezzo di noi stessi. Contribuire come comuni privati cittadini a tenere in ordine il nostro Comune è un obbligo, rientra nel nostro senso civico e di appartenenza ad una comunità che amiamo con tutto il nostro cuore. Ringrazio i rappresentanti della Confcommercio che sono staiti a fianco a noi condividendo così anche una metodologia di lavoro il cui valore simbolico va ben al di là dell'iniziativa di oggi".

La pulizia straordinaria ha interessato la strada provinciale ed anche il lungomare, ovvero quella parte del borgo trezzoto che ogni sera accoglie, nell'incantevole ed unico scenario dei Faraglioni, migliaia di turisti. "Aci Castello ed Acitrezza - dichiara Francesco Sorbello, vice direttore provinciale di Confcommercio - sono un punto di riferimento dell'offerta turistica della nostra provincia. I due borghi offrono una rete di ristorazione di prim'ordine, orientata a tutte le fasce d'età, garantendo occupazione e reddito a migliaia di famiglie. Qui la ristorazione è un patrimonio della comunità e come tale deve essere gestita anche dalle politiche dell'amministrazione. Il sindaco Drago è veramente consapevole di questa condizione e siamo fiduciosi che sapremo affrontare insieme, con equilibrio e ragionevolezza, le inevitabili criticità che si presentano, dalla viabilità alla raccolta differenziata dei rifiuti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento