Acoset sospende i distacchi della fornitura idrica per morosità

Nessuno resterà senz’acqua durante l’emergenza in corso

Dopo una riunione del cda di Acoset, composto dal presidente Diego Di Gloria e dai consiglieri Nunzia Cirelli e Antonino Guglielmino, l'azienda ha approvato alcuni provvedimenti già presi per venire incontro agli utenti e ne ha disposti altri in loro favore. L’Acoset, che è sempre attenta alle esigenze della comunità, aveva già disposto la sospensione dei distacchi per morosità, in ragione dei disagi che gli utenti stanno dovendo affrontare in questo periodo di crisi economica e sociale oltre che, naturalmente, di carattere sanitario. L’azienda, inoltre, ha fatto in modo, pur con le dovute cautele e le precauzioni per la salute dei dipendenti, di assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria, le urgenze e, - soprattutto - il pronto intervento in caso di emergenze, grazie all’operosità dei tecnici, degli impiegati e degli operai addetti agli interventi esterni. Considerando, poi, il grave stato di disagio della comunità, il Consiglio di Amministrazione oggi ha infine disposto che sulle bollette del primo trimestre 2020, e per tutto il mese di aprile, non verranno calcolati gli interessi di mora.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In poche parole – dichiara il presidente di Acoset, Diego Di Gloria - non verranno addebitati interessi per il ritardo in maniera da permettere agli utenti di pensare al pagamento nel prossimo mese di maggio, senza il timore di dover uscire per recarsi all’ufficio postale o di dover impegnare somme di cui al momento le famiglie non dispongono a causa del blocco, quasi totale, del lavoro, e delle attività degli autonomi, dei professionisti, dei commercianti e dei loro dipendenti. Allo stato attuale - chiarisce Di Gloria - non è possibile fare di più, in quanto l’azienda, per garantire il funzionamento della gestione delle risorse idriche e la normale distribuzione, ha bisogno degli introiti trimestrali derivanti dalle bollette al fine di pagare le utenze, soprattutto quelle elettriche dei sollevamenti, e i fornitori. Un blocco di tali entrate determinerebbe un’enorme difficoltà nella gestione della rete idrica, con conseguenze drammatiche per tutti gli utenti.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Covid, bonus matrimonio: governo Musumeci stanzia oltre 3 milioni di euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento