Adrano, catturato latitante dal 2014: condannato all'ergastolo

L'uomo, il latitante 39enne Vincenzo Sciacca, è stato condannato in via definitiva all'ergastolo per omicidio con l'aggravante mafiosa. Nel maggio 2003 ha ucciso l'imprenditore Domenico Calcagno di Valguarnera. E' stato trovato in un casale di campagna

Blitz in mattina della polizia di Catania che ha catturato il latitante 39enne Vincenzo Sciacca, condannato in via definitiva all'ergastolo per omicidio con l'aggravante mafiosa. L'uomo, che nel maggio 2003 ha ucciso l'imprenditore Domenico Calcagno di Valguarnera, si nascondeva in un casale di campagna ad Adrano, nel Parco dell'Etna.

foto latitante-2

Vincenzo Sciacca è indicato come elemento di spicco del gruppo capeggiato da Francesco Montagno Bozzone, operante nel comprensorio di Bronte, collegato alla cosca Mazzei. L'agguato del 2003 era stato disposto da Cosa nostra catanese, di concerto con la 'famiglia' di Caltagirone ed i vertici mafiosi della provincia di Enna, che per tale omicidio avevano chiesto ed ottenuto la collaborazione di Montagno Bozzone e del suo gruppo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

  • Le misure restrittive fino al 31 gennaio per le "zone rosse" della provincia etnea

Torna su
CataniaToday è in caricamento