rotate-mobile
Cronaca Adrano

Adrano, scoperti due gruppi di trafficanti di droga: 28 arrestati

L'operazione è stata denominata "Binario Morto" perchè i due gruppi criminali, i Santangelo e la famiglia Rosano-Pipituni, utilizzavano per lo spaccio la vecchia stazione in disuso di Adrano e il sottopasso fermata della Ferrovia Circumetnea

L'operazione è stata denominata "Binario Morto" perchè i due gruppi criminali, i Santangelo e la famiglia Rosano-Pipituni che agivano in perfetta sintonia, utilizzavano per lo spaccio la vecchia stazione in disuso di Adrano e il sottopasso che ora serve come fermata della Ferrovia Circumetnea.

TRA GLI ARRESTATI NICOLA MANCUSO, OMICIDIO VALENTINA SALAMONE

Droga, arresti ad Adrano

L'indagine, coordinata dai sostituti procuratori della Dda di Catania, Pasquale Pacifico e Laura Garufi, ha messo a fuoco gerarchie e ruoli della banda dei Santangelo e di quella capeggiata da Rosano Pipituni. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata firmata dal Gip Rosa Alba Recupido.

LE INTERCETTAZIONI VIDEO

La droga veniva nascosta tra i binari. Grazie a intercettazioni audio e video gli investigatori hanno ricostruito gli equilibri tra i due gruppi. I Santangelo si occupavano dello spaccio di cocaina ed eroina, quest'ultima gestita in regime di monopolio in tutto il circondario pedemontano dell'Etna. I Rosano-Pipituni, invece, trafficavano solo con la cocaina.

OPERAZIONE "BINARIO MORTO"

A casa di uno dei presunti capi, Giovanni La Rosa, sono stati sequestrati cinque pistole e 60 mila euro in contante. Un ruolo di vertice era ricoperto nel gruppo dei Santangeolo da Nicola Mancuso che secondo gli inquirenti aveva preso il posto del figlio del boss Alfio Santangelo, morto durante un incidente stradale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adrano, scoperti due gruppi di trafficanti di droga: 28 arrestati

CataniaToday è in caricamento