Adrano, lite in famiglia per casa contesa: aggressione con mannaia tra fratelli

Il ferito non ha collaborato con gli operatori intervenuti e ha fornito versioni non coerenti dell'accaduto. Gli agenti però sono riusciti a ricostruirne la dinamica: un'aggressione da parte del fratello di 30 anni per futili motivi di natura economica

Lo scorso 10 luglio, intorno alle ore 23.30, è stata segnalata al Commissariato di Adrano una lite in famiglia. Sul posto gli agenti hanno trovato un uomo di 37 anni, riverso a terra sanguinante, che presentava diversi tagli sul corpo. Soccorso dal servizio 118, l’uomo è stato condotto presso il Pronto Soccorso di Biancavilla.

Il ferito non ha collaborato con gli operatori intervenuti e ha fornito versioni non coerenti dell’accaduto.  Gli agenti però sono riusciti a ricostruirne la dinamica: un’aggressione da parte del fratello di 30 anni per futili motivi di natura economica (una casa “contesa”).

Le ulteriori indagini hanno consentito di accertare che le lesioni furono il risultato di una vera e propria rissa in famiglia, con tanto di mannaia. A litigare, in tutto, sono stati tre fratelli.

Pertanto, tutti e tre i fratelli appartenenti alla comunità nomade denominata “caminanti” sono stati deferiti alla A.G. e indagati in stato di libertà per rissa aggravata da lesioni nonché porto ingiustificato di arma da taglio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento