Adrano, sciopero netturbini: il sindaco si incatena per protestare

La decisione del primo cittadino di incatenarsi davani alla sede operativa della società è stata accompagnata dalle seguenti parole: "E' inammissibile che i netturbini ogni qual volta si presenti una difficoltà sospendano senza preavviso il servizio"

Dopo la decisione della ditta incaricata della raccolta dei rifiuti a Adrano di entrare in sciopero, il sindaco Pippo Ferrante si incatena davanti la sede operativa della società. Una decisione accompagnata dalle seguenti parole, proferite dallo stesso primo cittadino: "E' inammissibile che i netturbini ogni qual volta si presenti una difficoltà, sospendano senza preavviso il servizio, questa decisione ha tutte le caratteristiche dell'interruzione di pubblico servizio senza preavviso".

"Stamattina - afferma il sindaco di Adrano - senza che alcuno ci avesse comunicato alcunchè la raccolta dei rifiuti non è stata effettuata. Gli operai della Geo Ambiente dicono che mancano vestiti, che ci sono mezzi senza la copertura assicurativa. Sarà anche vero, ma non è possibile sospendere la raccolta dei rifiuti senza preavviso. E' già successo e non lo permetteremo più. Io resto qui per protesta - conclude - fino a quando Adrano non sarà pulita e non sarà raccolto l'ultimo sacchetto di spazzatura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento