Aeroporto, arrestato marocchino pregiudicato con documenti falsi

La polizia di frontiera ha effettuato dei controlli su un volo in arrivo da Istanbul e fermato un cittadino marocchino pregiudicato per violenza sessuale, estorsione, rapina e traffico di stupefacenti

La polizia di frontiera nel corso di una serie di controlli su un volo proveniente da Istanbul ha fermato il cittadino marocchino Krima Aze-ddine, 38enne, con passaporto e permesso di soggiorno falsi. L'uomo ha esibito agli agenti un documento intestato ad un connazionale, individuato tramite alcune strumentazioni che hanno evidenziato proprio nel passaporto una fustellatura non omogenea. Il permesso di soggiorno osservato con la luce Uv era su carta comune e non su carta di sicurezza.

L’arrestato è stato sottoposto a foto segnalamento da cui risultava essere un pluripregiudicato per violenza sessuale, estorsione, rapina e stupefacenti. Perquisito è stato trovato in possesso del suo vero passaporto. L'uomo è stato rinchiuso in camera di sicurezza in attesa della direttissima, prevista per oggi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento