Aeroporto, chiedeva denaro per imbarcare bagagli pesanti: denunciato impiegato

La polizia di frontiera aeroportuale ha scoperto un uomo di 56 anni, un impiegato in servizio presso l’Aeroporto di Catania che si era ingegnato, facendolo diventare un business, in un’articolata operazione che gli aveva consentito di intascare una discreta somma di denaro

La polizia di frontiera aeroportuale ha indagato M.G. di anni 56, un impiegato in servizio presso l’Aeroporto di Catania che si era ingegnato, facendolo diventare un business, in un’articolata operazione che gli aveva consentito di intascare una discreta somma di denaro. Chiudere un occhio sul peso eccedente dei bagagli dei passeggeri che s’imbarcavano sul volo di una compagnia aerea operante al Vincenzo Bellini, a patto però, di ricevere in cambio delle somme in denaro contante, poteva sembrare una facile trovata, conveniente per tutti. Ma la richiesta dei 50 euro – a fronte dei 105.00 richiesti dalla compagnia – è sembrata anche troppo al giovane catanese in partenza per la Svizzera e ha innescato una trattativa che ha abbassato la pretesa dell’impiegato infedele a quei 20 euro di cui il ragazzo ha dichiarato di poter disporre. A far precipitare la situazione per M.G. è stata la forse ingenua, ma sicuramente lecita e dovuta, pretesa della ricevuta fiscale da parte del giovane, non fosse altro che per documentare l’esborso. Ma, stante che l’atteso “foglietto” non è gli stato mai rilasciato, il viaggiatore ha realizzato che quanto era accaduto avrebbe potuto costituire un illecito. Così l’affaire è finito negli Uffici della Polaria, dove gli agenti hanno immediatamente focalizzato sia il fatto reato, sia il relativo autore che è stato immediatamente “convocato” per essere sentito in merito ai fatti. A quel punto, realizzando d’esser stato scoperto, l’uomo ha ammesso tutto: quel giorno, oltre ai 20 euro del giovane, ne aveva intascati altri 50 da un passeggero che, per far imbarcare il suo bagaglio dal peso eccedente, aveva acconsentito a versare la cifra richiesta. Tutto il denaro provento dell’attività illecita è stato sequestrato e l’uomo denunciato all’Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Via Leopardi, carabinieri scoprono un "buco" che collegava una casa disabitata ad una banca

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento