Cronaca

L’aeroporto Fontanarossa scende in serie “B”

La decisone presa dal Ministro Passera non tiene conto dei criteri di traffico, lo scalo etneo infatti è il primo al Sud con quasi sette milioni di passeggeri e un trend in forte crescita

Lo scalo etneo è stato declassato dal ministro delle Infrastrutture e Trasporti. Corrado Passera ha, infatti, varato il Piano per lo sviluppo aeroportuale: saranno 31 gli scali di interesse nazionale che costituiranno l’ossatura strategica su cui fondare lo sviluppo del settore nei prossimi anni.

Nella nuova “mappa” gli aeroporti di interesse nazionale si dividono in tre gruppi. 10 nel “Core network Tent” considerati di rilevanza strategica a livello Ue in quanto pertinenti a città o nodi primari e 19 nel “Comprehensive nework”. Questi ultimi a loro volta sono suddivisi in due sottogruppi: 13 scali con traffico superiore a un milione di passeggeri annui, e qui troviamo Fontanarossa, e i 6 con traffico superiore a 500mila passeggeri annui e con specifiche caratteristiche territoriali.

"Il governo regionale faccia valere le ragioni della Sicilia e intervenga con forza per evitare che l' aeroporto di Fontanarossa diventi scalo di serie B" - Confindustria, Apindustrie e Confesercenti intervengono così sul nuovo Piano aeroporti - E' una scelta francamente indecifrabile e anti economica che cittadini e imprese non possono accettare passivamente. Non si comprende come il primo scalo del Mezzogiorno, che serve 7 delle 9 province dell'isola con quasi 7 milioni di passeggeri l'anno, venga marginalizzato da scelte burocratiche in evidente contrasto con i numeri e con le prospettive di sviluppo di un' area, come quella della Sicilia orientale, a forte vocazione imprenditoriale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’aeroporto Fontanarossa scende in serie “B”

CataniaToday è in caricamento