Aeroporto, tenta di rubare un orologio ai controlli di sicurezza: fermata

Un passeggero diretto a Roma, all’Aeroporto di Catania, lo scorso 18 settembre in fila per i controlli di sicurezza, aveva riposto nella “vaschetta” per le indagini a raggi x il suo orologio, poi sparito

Un passeggero diretto a Roma, all’Aeroporto di Catania, lo scorso 18 settembre in fila per i controlli di sicurezza, aveva riposto nella “vaschetta” per le indagini a raggi x il suo orologio, poi sparito. L’immediata denuncia della vittima agli agenti della polizia in servizio nella sede aeroportuale, ha, invece, messo gli investigatori sulle tracce del responsabile, una donna che stava per imbarcarsi alla volta di Genova è stata inquadrata dalle telecamere di videosorveglianza proprio nell’atto di impadronirsi dell’oggetto. In un lampo, i poliziotti hanno raggiunto la “manolesta”, che era ancora presente nella sala imbarchi, e l’hanno messa dinanzi all’evidenza dei fatti, inducendola a riconsegnare l’orologio. La vicenda ha così avuto un esito positivo per il padrone dell’orologio che se l’è visto restituire in poco tempo, un po’ meno per la 63nne gelese autrice dell’illecito gesto che è stata indagata in stato di libertà per furto aggravato. E ha perso l’aereo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento