Affissioni abusive: multe "moltiplicate" per il numero di strade imbrattate

Un'arma in più nella lotta alle affissioni abusive. Per le ditte responsabili di tale fenomeno la multa base di 403€ verrà moltiplicata per il numero di strade imbrattate

Poco meno di due mesi fa Catania era stata ripulita dai poster affissi abusivamente, lavoro che era costato fatica agli operai della Multiservizi ma, soprattutto, tempo e soldi al nostro Comune. Fa rabbia vedere tutto quel lavoro sprecato e le pareti cittadine imbrattate, nuovamente, dalla pubblicità selvaggia.  

Tornano ad essere, quindi,  “sporcati” i muri, le facciate delle case e i pali della luce. Anche la cabina che rivela la concentrazione di smog nell’atmosfera lungo viale Vittorio Veneto  non è stata risparmiata, i manifesti colorati la circondano e sembra essere, anche, una delle postazioni gratuite preferite dalle aziende per farsi pubblicità.

Il ritorno in breve tempo dei manifesti pubblicitari abusivi è segno che la sanzione da 403 euro per l’affissione selvaggia non intimorisce e sembra, anzi, essere un effetto collaterale sostenibile da molti. Proprio su questo aspetto il Comune sta lavorando, per rendere più efficaci e convincenti i controlli e le multe.

L’attività repressiva sta proseguendo – conferma l’assessore alla Polizia Municipale Massimo Pesce- e soprattutto contiamo molto presto di poter avvalerci di un’ordinanza che è allo studio dell’Amministrazione Stancanelli e degli uffici legali dell’ente, con cui rivalerci sui committenti con sanzioni accessorie che colpiscano le ditte responsabili di pubblicità abusiva, inasprendo così i verbali che provvediamo  già a inviare all’ufficio affissioni che poi si rivale con sanzione, costi di de affissione e imposta evasa”.

L’amministrazione chiede un’ arma in più, cavilli giuridici permettendo, contro la complessa lotta delle affissioni abusive. La legge attuale stabilisce che la multa è unica : 403 euro per uno o 100 poster pubblicitari affissi. Mentre il Comune chiede che la sanzione aumenti in base al numero di vie “aggredite” dallo stesso committente.

Quando parliamo di venti verbali – rivela l’Assessore alla Polizia Municipaleintendiamo venti ditte verbalizzate per centinai di manifesti abusivi, a questa attività contiamo di poter aggiungere presto anche le sanzioni accessorie per debellare  il fenomeno”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento