Aggrediscono e rapinano una donna, arrestati due immigrati irregolari

In manette sono finiti Hasan Hazarim e Jawad Hadire, senza fissa dimora

Alle ore 07.00 di oggi, la squadra Volanti, su disposizione della sala operativa, si è recata in piazza della Repubblica poiché personale dell’Amt ha segnalato la presenza di una giovane donna che si era rifugiata all’interno del box vendite dell'azienda, chiedendo aiuto e riferendo di essere stata aggredita da due balordi, di origine magrebina, ancora presenti sul posto.

Gli operatori, sopraggiunti, hanno preso contatti con la giovane donna, palesemente sconvolta. La donna, si trovava in compagnia di un amico ed entrambi riferivano di essere stati vittime di un’aggressione da parte di due uomini stranieri che li avevano rapinati dei loro indumenti. Inoltre, hanno riferito che uno dei due, dopo aver colpito la donna con un pugno al volto, l’aveva minacciata verbalmente dicendole di “non chiamare la polizia minacciandola di morte. Le vittime, visibilmente impaurite, hanno riferito che i due balordi - di cui hanno fornito dettagliate descrizioni in merito ai tratti somatici e all’abbigliamento indossato - erano appena fuggiti verso via Monsignor Ventimiglia. Gli operanti, apprese le descrizioni immediatamente si sono messi alla ricerca dei due che, subito dopo, hanno intercettato proprio in via Monsignor Ventimiglia.

A questo punto gli agenti hanno fermato i sospettati i quali, privi di documenti, sono stati accompagnati presso gli Uffici della Questura. I due soggetti, identificati per Hasan Hazarim ( del 1995) e  Jawad Hadire (del 1991), senza fissa dimora, hanno numerosi precedenti di Polizia, e si trovano irregolarmente sul territorio dello stato italiano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entrambe le vittime, mentre si trovavano in Questura per formalizzare la denuncia, riconoscevano nei due soggetti, senza alcun dubbio, gli autori dei reati perpetrati a loro danno. Si è proceduto quindi al fermo di indiziato dei due soggetti ritenuti responsabili dei reati di rapina in concorso e minacce aggravate. Su disposizione del magistrato di turno, i due malfattori venivano associati presso la casa circondariale di Piazza Lanza in attesa dell’udienza di convalida. Inoltre, è opportuno evidenziare che, qualche giorno prima, l’11 marzo, il predetto Hasan Hazarim, è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficilae e lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento