menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aggredita e picchiata dal convivente chiama la polizia e lo fa arrestare

Maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali. Sono le accuse che hanno portato all'arresto un pregiudicato catanese, Musumeci Michele

Maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali. Sono le accuse che hanno portato all'arresto un pregiudicato catanese, Musumeci Michele. Nella tarda mattinata di ieri, infatti, è giunta una telefonata al 113, con la quale una donna segnalava di essere stata aggredita dal convivente. In effetti, i poliziotti, giunti in pochi attimi sul posto da cui era partita la richiesta d’aiuto, hanno immediatamente individuato il Musumeci – a carico del quale sono risultati precedenti per lesioni personali, percosse, danneggiamento ed ingiurie – e lo hanno immediatamente condotto in ufficio.

Qui è emersa la storia della donna che, avendo intrattenuto una relazione da diverso tempo con quell’uomo, era stata fatta oggetto di violenze psicologiche e fisiche e di atti persecutori, tutto ciò sin dall’inizio del rapporto. In particolare, è stato accertato che l’arrestato, nel corso della relazione amorosa, si era sempre dimostrato molto aggressivo, minacciando la compagna in più circostanze, costringendola a vivere in uno stato di soggezione psicologica e di paura, motivi che l’avevano indotta a non denunciare le violenze subite. E in diverse occasioni, il Musumeci non ha esitato a picchiare la donna.

L’apice della violenza è stato raggiunto nella mattinata di ieri, quando il Musumeci al culmine dell’ennesima discussione originata da motivi di gelosia, dopo aver danneggiato la porta d’ingresso, ha colpito la vittima al viso e a un braccio, non prima di aver devastato l’appartamento all’interno del quale gli agenti operanti l’hanno rintracciata in lacrime ed in preda ad un forte stato d’ansia.

Per le lesioni riportate la giovane è stata medicata e refertata al pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi e giudicata guaribile in giorni. 5. Il Musumeci, al termine delle formalità di rito come disposto dal Pubblico Ministero, è stato posto agli arresti domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amt, sciopero dei trasporti locali mercoledì 12 maggio

social

Riforma delle pensioni - Si va verso l'inserimento della 'Quota Mamma'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento