Porte di Catania, "branco" di minorenni aggredisce addetto a stand espositivo

Una quindicina di minorenni, due dei quali di età inferiore ai 14 anni, ritenuti gli autori di scorribande domenicali nel centro commerciale 'Le porte di Catania', infastidivano avventori e dipendenti

Poco dopo le 19 di ieri sera, diverse Volanti sono giunte presso il centro commerciale “Porte di Catania”, dove era stata segnalata una rissa in atto. Appena giunti gli agenti si sono recati dall'addetto alla sicurezza che riferiva che poco prima un nutrito gruppo di giovani aveva aggredito un ragazzo addetto a uno stand espositivo. 

La vittima riferiva che poco prima, mentre si trovava presso il suo stand espositivo al piano terra del centro, era stato raggiunto da sputi da parte di un gruppo di ragazzi che si trovava al piano superiore. Stanco di subire tali vessazioni, il giovane era salito al fine di rimproverare i giovani che per tutta risposta lo hanno insultato e, forti del branco, malmenato.

Due addetti alla sicurezza lo hanno allontanato dagli aggressori, accompagnandolo fino in direzione. Dalla visione delle telecamere a circuito chiuso del Centro, i poliziotti hanno notato che il branco stava ancora circolando per il Centro, infastidendo i clienti.

Gli addetti alla vigilanza altresì hanno riferito agli operatori che gli stessi giovani erano gli autori di scorribande che con sistematicità eseguivano ogni domenica, aggredendo gratuitamente con atti di prevaricazione gli avventori e gli impiegati del Centro commerciale, generando vere e proprie situazioni di panico.

I bulli, circa una quindicina, sono stati quindi raggiunti dagli agenti e tutti condotti in Questura dove sono stati identificati come minori, due erano al di sotto dei quattordici anni, figli di noti pregiudicati per gravi reati, anche per mafia, dei rioni San Berillo Nuovo, Librino e San Giorgio.

La vittima è stata accompagnata a mezzo 118 presso il più vicino ospedale, dove i sanitari del Pronto Soccorso hanno stilato una prognosi di 3 giorni a causa delle contusioni subite  Tutti i minori, ad eccezione degli infra quattordicenni, sono stati fotosegnalati.

A prescindere dalla eventuale querela che vorrà sporgere la vittima, verrà trasmesso alla Procura delle Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni un dettagliato rapporto affinché vengano adottati gli opportuni provvedimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento