menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scambiati per tifosi rivali, picchiati e rapinati: arrestati ultras catanesi

Lo scorso 29 aprile hanno inseguito un'auto in autostrada e aggredito inermi cittadini scambiati per tifosi siracusani, picchiandoli e rapinandoli

La polizia ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Lamezia Terme , nei confronti di un gruppo di ultras del Catania che il 29 aprile scorso, durante la trasferta a Matera, ha aggredito inermi cittadini agli imbarcaderi di Messina e dato fuoco con un fumogeno, dopo averla inseguita in autostrada, a un' auto i cui occupanti erano stati erroneamente scambiati per tifosi del Siracusa e che sono stati anche picchiati e rapinati vicino alla stazione ferroviaria di Lamezia Terme.

L'assalto degli ultras è stato interrotto dall'intervento di un agente della polizia ferroviaria e da altri poliziotti arrivati alla stazione di Lamezia. E' così stato fermato l'autista del pulmino sul quale viaggiavano gli ultras. I reati ipotizzati nei confronti degli indagati sono, a vario titolo, rapina impropria, danneggiamento aggravato, incendio, lesioni aggravate, violenza privata, tentato omicidio, utilizzo di oggetti atti ad offendere in occasione di manifestazioni sportive, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione abusiva di materiale esplodente.Nel corso dell’operazione, agli indagati saranno notificati anche i provvedimenti Daspo emessi dal Questore di Catanzaro.

Le indagini sono state condotte dagli uomini del commissariato di Lamezia Terme e delle Digos di Catanzaro, Catania ed Enna. Ulteriori dettagli saranno resi noti in mattinata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento