Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Giocatori di rugby del Cus Catania aggrediti da ultras del Messina

E' successo domenica sera sul traghetto che porta da Villa San Giovanni in Sicilia. Il racconto del tecnico Pezzano: hanno provato a buttare in mare uno di loro. Un atleta di 16 anni ha riportato un violento trauma cranico

Domenica sera, a bordo di uno dei traghetti che fanno da spola tra Villa San Giovanni e Messina, è stata aggredita la formazione under 20 del Cus Catania di rugby. I giovani giocatori sono stati presi di mira da un gruppo di ultras del Messina calcio, anche loro a bordo della nave.

Durante la traversata i supporters giallorossi hanno iniziato a inveire contro i giovani giocatori del Cus che a loro volta hanno risposto in modo goliardico ai cori sprezzanti degli ultras. A questo punto il dramma: una ventina o più di tifosi messinesi ha sferrato un violento attacco contro due rugbisti, massacrandoli a calci e pugni

Secondo le dichiarazioni del tecnico del Cus rugby, gli ultras messinesi avrebbero provato anche a buttare in mare uno dei rugbisti. Tra i giocatori feriti un 16enne, il quale dopo gli accertamenti in ospedale ha riportato un violento trauma cranico.

In merito vicenda arriva anche la solidarietà dell’amministrazione Stancanelli: “Un episodio molto grave su cui è necessario fare piena luce. Nessuna ragione al mondo può giustificare la violenza soprattutto tra i giovani. A questi ragazzi va la massima solidarietà dell’Amministrazione comunale e vicinanza per questa vergognosa ingiustificabile aggressione messa in atto da inqualificabili teppisti che nulla hanno a che fare con i valori dello sport”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giocatori di rugby del Cus Catania aggrediti da ultras del Messina

CataniaToday è in caricamento