Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Aggressioni e rapine, beccati dopo i raid notturni: 2 arresti

I due pregiudicati di 35 e di 20 anni giravano in auto con una mazza da baseball alla ricerca delle vittime intimidire e derubare

Notte “di fuoco” per gli operatori delle volanti della polizia di Catania che hanno operato diversi arresti. Alle ore 6.30 del mattino è giunta alla sala operativa della Questura una segnalazione da parte di un utente, il quale ha riferito di aver subito una rapina in Piazza Lincoln ad opera di due individui a bordo di una Lancia Y blu scuro, i quali dopo averlo percosso con un bastone, gli hanno rubato un borsello con diversi effetti personali. La vittima, un giovane cingalese, al momento della fuga dei due malviventi è riuscito a fotografare con il proprio telefono l’autovettura dei malviventi. Trascorsi pochissimi minuti, è arrivata un'altra segnalazione di rapina in piazza del Carmelo: anche questa volta la vittima ha riferito  di essere stato aggredito con un bastone di legno da parte di due individui, corrispondenti alla precedente descrizione, i quali gli hanno rubato il portafogli caduto a terra a seguito della colluttazione avuta con la vittima.

Dopo pochissimi minuti è giunta ancora un'altra  chiamata per segnalare una rapina consumata in via del Bosco, sempre ad opera di due individui a bordo di una Lancia Y, corrispondenti nella descrizione agli autori delle precedenti rapine. In questo caso la rapina non è andata a buon fine grazie alla pronta reazione della vittima che resistito all’aggressione, reagendo alla rapina e riportando un trauma cranico con 20 giorni di prognosi, ma riuscendo a mettere in fuga i due malviventi. Successivamente gli stessi malfattori effettuavano un prelievo di 150 euro utilizzando la carta bancomat sottratta alla vittima della seconda rapina. Inviate tutte le volanti in zona Barriera, il personale ha individuato l’autovettura più volte segnalata ed è riuscita a bloccare e ad arrestare i rapinatori in via Nuovalucello, proprio nei pressi dello sportello bancomat dove avevano effettuato il prelievo di denaro. I due sono stati sottoposti a perquisizione personale, estesa all’autovettura, all’interno della quale è stata ritrovata una mazza da baseball di colore blu usata per commettere le aggressioni nei confronti delle vittime. Inoltre sono stati ritrovati i soldi appena prelevati e la carta bancomat. I due malviventi, due pregiudicati di 35 e di 20 anni con precedenti specifici ed entrambi sottoposti ad Avviso Orale, sono stati prelevati e condotti in Questura in stato di arresto. Dei fatti è stato informato il magistrato di turno che disposto per i due il trasferimento in carcere in attesa dell’udienza di convalida. Il Questore, inoltre, sta vagliando l’adozione di misure di prevenzione maggiormente afflittive.

Nella stessa notte, personale delle volanti in servizio di controllo del territorio, passando da via VI Aprile, alle ore 4 circa, ha notato un uomo sostare sul marciapiede ed è stato sottoposto a sottoposto a controllo, trovandosi fuori oltre l’orario consentito dalla attuale normativa volta al contenimento della pandemia da Covid-19. A seguito del controllo è emerso che lo stesso, un cittadino bulgaro, risultava essere sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, tutt’ora in atto. Per questo motivo è stato arrestato per evasione e su disposizione del P.M di turno nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari. Sempre nel corso della notte, è stato segnalato alla sala operativa – da parte di una guardia giurata – la presenza di cinque malfattori che all’interno di un cantiere edile sito in viale Castagnola, cercavano di asportare un martello pneumatico in ferro. All’arrivo delle volanti, prontamente inviate sul posto, i malviventi si davano velocemente alla fuga, non riuscendo pertanto a portare a compimento l’azione delittuosa. Uno dei cinque malfattori è stato intercettato e bloccato. L'uomo, che annovera precedenti specifici per furto, è stato denunciato per tentato furto aggravato in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressioni e rapine, beccati dopo i raid notturni: 2 arresti

CataniaToday è in caricamento