rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Agguato a Belpasso, a sparare è stato un 67enne spaventato dai ladri

Il responsabile ha confessato di aver sparato contro Salvatore Russo, perchè questo si era introdotto nel fondo di sua proprietà con altri complici per asportare un mezzo meccanico

La polizia di Stato ha tratto in arresto Pietro Muzzicato, 67enne catanese, con le pesanti accuse di detenzione e porto illegale di armi da fuoco, di cui una clandestina, munizionamento, e lesioni gravi. Lo scorso 13 ottobre presso il pronto soccorso dell’ospedale “Vittorio Emanuele” era giunto il pregiudicato Salvatore Russo, al quale i sanitari di turno avevano curato una ferita d’arma da fuoco alla gamba sinistra, giudicata guaribile in 30 giorni.

All’esterno del nosocomio gli investigatori avevano notato parcheggiata una Fiat Panda, intestata alla moglie, che presentava 2 fori di protiettile sulla fiancata posteriore lato sinistro e tracce di sangue sul sedile posteriore. La squadra mobile ha, quindi, avviato una indagine per chiarire i contorni della vicenda ed individuare l’autore del delitto.

Sulla scorta delle prime indicazioni fornite della vittima, che riferiva genericamente di essere stato ferito da un colpo di fucile mentre si trovava in compagnia di un'altra persona in una zona di campagna nei pressi della base di Sigonella, gli investigatori hanno avviato le ricerche di tracce per l’intera notte.

Il posto teatro del fatto di sangue è stato individuato in un fondo agricolo ricadente in territorio di Belpasso, nei pressi della citata base americana ed con un accurato sopralluogo sono stati rinvenuti un bossolo di fucile cal.12, un paio di occhiali da vista - caduti alla vittima - e tracce di sostanza ematica.

Le attività investigative hanno portato ad escludere un coinvolgimento del proprietario del fondo e le ricerche si sono quindi estese nei terreni attigui. In un appezzamento agricolo confinante è stata, infatti, rinvenuta e sequestrata un’ulteriore cartuccia di fucile calibro 12, del tutto simile a quella già rinvenuta sul posto in cui era avvenuto il ferimento. Il proprietario del terreno è stato poi identificato per Muzzicato Pietro.

Appena sono andati a prenderelo a casa sua, ha cercato di svignarsela ma è stato bloccato dichiarando poi spontaneamente le proprie responsabilità e facendo rinvenire un fucile calibro 12, illegalmente detenuto presso la propria abitazione, ed un ulteriore fucile calibro 12, con matricola abrasa, nascosto in un garage di sua pertinenza.

Le due armi da fuoco sono state sequestrate insieme ad un cospicuo munizionamento, per fucile ma anche per pistola. L'uomo è stato tratto in arresto per i reati di detenzione e porto illegale di armi da fuoco, anche clandestine, e condotto presso gli uffici della mobile. Nel corso dell' interrogatorio davanti al Pm di turno, ha confessato di aver sparato contro il soggetto ferito, perchè questo si era introdotto nel fondo di sua proprietà  per asportare un mezzo meccanico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agguato a Belpasso, a sparare è stato un 67enne spaventato dai ladri

CataniaToday è in caricamento