Agguato Francesco Carlino, il pm chiede dieci anni per Borzì

L'imprenditore, titolare della ditta Italia Grandi Eventi, è stato ferito con cinque colpi di arma da fuoco nella spiaggia libera numero uno della Plaia. A sparare un rivale in affari

Il 30 maggio scorso l’imprenditore Francesco Carlino, titolare della Italia Grandi Eventi, è stato vittima di un agguato. L’uomo è stato ferito con cinque colpi di arma da fuoco nella spiaggia libera numero uno della Plaia.

Per il pm Alessandro La Rosa a sparare sarebbe stato l'imputato, Maurizio Borzì, un concorrente dell'imprenditore che voleva aggiudicarsi la gestione di uno stabilimento balneare pubblico comunale come avvenuto l'anno precedente.

La Rosa ha chiesto per Borzì dieci anni di reclusione per tentato omicidio premeditato mentre la difesa ha chiesto la derubricazione del reato in lesioni gravi. Nel procedimento è stato ammesso come parte civile il comune di Catania.  Il procedimento si celebra davanti al Gup Anna Maggiore.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento