rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Corso Italia / Piazza Giovanni Verga

Arrestati due presunti appartenenti al clan Nardo: l'uomo si nascondeva a Militello

Si tratta di Gesualdo Briganti e Tiziana Bellistri. L'uomo, referente del gruppo criminale di Francofonte, si rifugiava nell'abitazione di campagna appartenente a una coppia, la donna è stata fermata a bordo di una nave passeggeri al largo di Palermo

Sono stati arrestati a seguito dell'ordinanza di misura cautelare scaturita dall'operazione Agorà Tiziana Bellistri e Gesualdo Briganti. Quest'ultimo, 66enne, presunto referente del clan Nardo operante a Francofonte, è sfuggito il 16 giugno scorso all'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Catania. L'uomo era riuscito a sottrarsi alla cattura allontanandosi durante la notte nella zona rurale francofontese. Il monitoraggio dei carabinieri ha consentito di individuare il suo rifugio in un'abitazione di campagna, di proprietà di una coppia, nel vicino comune di Militello in Val di Catania, a pochi chilometri di distanza da Francofonte. Durante mirati servizi volti al rintraccio di Briganti, i militari hanno notato un'autovettura uscire dalla sua abitazione con al volante una donna che, una volta immesso il veicolo lungo la strada, ne abbandonava la guida stendendosi sui seggiolini posteriori, mentre il passeggero si metteva al volante. I militari hanno pedinato l'auto e sono giunti all'abitazione dove aveva trovato rifugio Briganti che, alla vista dei militari, non ha opposto alcuna resistenza. L'arresto dell'ultimo ricercato sfuggito al blitz, segue di pochi giorni la cattura di Tiziana Bellistri, 48 anni, individuata dai carabinieri a bordo di una nave passeggeri a largo di Palermo. I militari del Nucleo investigativo di Siracusa hanno raggiunto la nave in mare e sono saliti a bordo prima che attraccasse al porto palermitano, evitando così che la donna si confondesse tra migliaia di passeggeri. Bellistri e Briganti sono stati trasferiti nelle case circondariali di Messina e Siracusa. La coppia che ha aiutato Briganti è stata denunciata per favoreggiamento personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestati due presunti appartenenti al clan Nardo: l'uomo si nascondeva a Militello

CataniaToday è in caricamento