Agricoltore ucciso: annullati i domiciliari per i 4 imputati

Sin dal primo momento, si è autoaccusato del delitto Gaetano Pepi, il padre, dichiarando di aver agito per difendere il figlio Alessandro

Il Tribunale del riesame di Catania ha disposto la scarcerazione dei fratelli Antonino, Alessandro e Marco Pepi, rispettivamente di 42, 38 e 26 anni, e del padre, Gaetano, di 70, che erano agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta dell'omicidio di Giuseppe Dezio, 64 anni, ucciso a coltellate nelle campagne del vittoriese il 2 febbraio 2016 per una questione di confini poderali.

"Questo provvedimento - afferma il loro legale, l'avvocato Giuseppe Lipera - rende finalmente Giustizia ad una famiglia assolutamente perbene; non vi sono mai stati validi motivi che giustificassero la restrizione della loro libertà. Siamo fiduciosi che il nascituro processo faccia emergere la loro assoluta innocenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I quattro, il 13 gennaio scorso, sono stati rinviati a giudizio per concorso in omicidio. Sin dal primo momento, si è autoaccusato del delitto Gaetano Pepi, il padre, dichiarando di aver agito per difendere il figlio Alessandro. I quattro Pepi compariranno per il processo ordinario il prossimo 21 aprile davanti alla Corte d'assise di Siracusa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento