Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Alla Scuola Superiore conversazione con Michele Placido

Martedì 17 luglio alle 20,30, nella corte di Villa San Saverio, sede della Scuola Superiore di Catania, l'attore e regista Michele Placido sarà il protagonista dell'incontro intitolato "Discorsi di teatro, discorsi di vita"

Martedì 17 luglio alle 20,30, nella corte di Villa San Saverio, sede della Scuola Superiore di Catania, l'attore e regista Michele Placido sarà il protagonista dell'incontro intitolato "Discorsi di teatro, discorsi di vita", nel corso del quale converserà con Lina Scalisi, coordinatrice della classe delle Scienze Umanistiche e Sociali della Scuola Superiore di Catania e con Laura Sicignano, direttrice del Teatro Stabile di Catania. L’evento - organizzato dalla Scuola Superiore di Catania in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania nell'ambito del ciclo "Estate a Scuola – Teatro" - è inserito nel calendario di appuntamenti "Porte aperte Unict 2018 - Dialoghi migranti" che fino al 1° agosto ospita concerti, proiezioni, spettacoli teatrali e incontri negli edifici storici dell'Università di Catania. Dopo essersi formato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”, Placido fa il suo esordio a teatro nel 1970 con Luca Ronconi nell’"Orlando Furioso".

Quattro anni più tardi debutta nel cinema con "Romanzo Popolare" di Mario Monicelli. Gli viene affidato il primo ruolo drammatico in "Marcia Trionfale" di Marco Bellocchio. Nel 1983 interpreta il Commissario Cattani nel televisivo "La Piovra" di Damiano Damiani, personaggio che ricopre fino al terzo capitolo che lo rende ulteriormente famoso. Nel 1990 presenta a Cannes la sua prima opera come regista, "Pummaro’". Seguono "Le amiche del cuore" (Quinzaine des Rélisateurs a Cannes 1992), "Un eroe borghese" (1995), "Del perduto amore" (1997- David di Donatello a Fabrizio Bentivoglio come miglior attore non protagonista), "Un viaggio chiamato amore" (2002 – Coppa Volpi a Stefano Accorsi come miglior attore protagonista), "Ovunque sei" (2004 – in concorso al Festival del cinema di Venezia), "Romanzo Criminale" (2005 – vincitore di 8 David di Donatello e 5 Nastri D’Argento, in concorso al Festival di Berlino), "Il Grande Sogno" (2009 – in concorso al Festival del cinema di Venezia). Prosegue la sua carriera di attore alternandosi tra teatro, televisione e cinema diretto da registi come Gianni Amelio, Mario Monicelli, Marco Bellocchio, Mario Martone, Cristina Comencini, Alessandro D’Alatri, Riccardo Milani, Giuseppe Tornatore, Nanni Moretti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Scuola Superiore conversazione con Michele Placido

CataniaToday è in caricamento