Allarme rifiuti in città, si teme emergenza ambientale in estate

Alle ore 10 del mattino, i cassonetti sono colmi e maleodoranti. L'appello giunge così puntuale dall'assessore all'Ecologia Carmencita Santagati: "Invito i cittadini a collaborare e rispettare regole e orari e a considerare la città come fosse propria"

Ammonta a 2 kg la quantità di rifiuti prodotta da ogni catanese, ogni giorno. Precisando, però, che su questo dato incide l'abitudine dei pendolari di utilizzare i cassonetti di Catania per buttare la spazzatura accumulata nel comuni limitrofi. Il costo medio a tonnellata dei riufiti da smaltire in discarica è di euro 80. Numeri che fanno scattare l'allarme in vista delll'estate. Si teme, infatti, un'emergenza ambientale e parte l'appello del Comune.

I controlli e i verbali, infatti, ci sono stati come dimostrano i numeri di multe elevate. Si contano 300 sanzioni elevate dal Comune ai pendolari che - privi di cassonetti perchè passati alla raccolta "porta a porta" - gettano i rifiuti fuori dagli orari previsti nei contenitori di San Giovanni Galermo e Barriera.

Questo comporta che alle 10 del mattino, i cassonetti sono colmi e maleodoranti. L'appello giunge così puntuale dall'assessore all'Ecologia Carmencita Santagati: "Invito i cittadini a collaborare e rispettare regole e orari e a considerare la città come fosse propria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento