Allarme sicurezza nei supermercati anche a Catania

L'appello di Filcams e Cgil: "Scene di disperazione alle casse e scippi di buste della spesa. Chiediamo maggiore vigilanza delle forze dell'Ordine"

"I cassieri e in generale i dipendenti della Grande distribuzione alimentare della provincia di Catania, subiscono giornalmente aggressioni verbali e durissime pressioni da parte di chi non può più permettersi di fare la spesa. Il pericolo dunque non sono solo gli assalti organizzati e favoriti dalla criminalità organizzata, come accaduto a Palermo, ma soprattutto le più ordinarie ma non meno drammatiche scene di disperazione alla cassa da parte dei nuovi poveri, da parte di chi cioè ha esaurito il reddito causa crisi da Coronavirus". E' l'allarme che parte dalla Filcams Cgil provinciale, il sindacato che rappresenta i lavoratori del commercio e dei servizi che chiede una maggiore vigilanza da parte delle Forze dell'Ordine, segnalando oramai episodi giornalieri che lavoratrici e lavoratori della Grande Distribuzione, del pulimento, così come della ristorazione all’interno degli ospedali o i lavoratori della vigilanza, sono costretti a fronteggiare in prima persona.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non stancheremo di ripetere che la salute delle lavoratrici e dei lavoratori viene prima di tutto, compreso il profitto. Quei dipendenti che assicurano un servizio fondamentale per la sussistenza stessa della comunità sono cittadini che vanno tutelati. - sottolineano il segretario generale della Filcams Cgil, Davide Foti, e il segretario generale della Camera del Lavoro, Giacomo Rota- Come Filcams abbiamo denunciato, e lo faremo ancora, imprese non in regola con i decreti che mettevano a rischio tutti e in questa direzione qualche piccolo passo in avanti si è fatto, ma oggi siamo di fronte ad un allarme prevedibile quanto drammatico, che crea enormi disagi e paure alle lavoratrici ed ai lavoratori della GDO. Nessuno può permettersi di assistere ad una chiusura degli alimentari per mancanza di condizioni di sicurezza. Per questo chiediamo con forza alle imprese di mettere mano al portafoglio per garantire sicurezza ai lavoratori attraverso servizi di vigilanza privata, ma chiediamo alle istituzioni di organizzare un puntuale controllo da parte delle forze dell’Ordine. Sappiamo che gli agenti sono appesantiti dai controlli su strada, ma devono in qualche misura garantire la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori della Grande Distribuzione e dei clienti che subiscono atti violenti come lo scippo della busta. Sono passaggi necessari, anche per evitare che la malavita organizzata si insinui nelle pancia di chi subisce questa crisi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento