Netturbini in protesta, Pescheria tra i rifiuti: Santagati informa il prefetto

L'assessore comunale alla Nettezza urbana Carmencita Santagati ha, così, avvertito il Prefetto. La situazione potrebbe migliorare perchè i lavoratori dovrebbero ricevere un acconto di mille euro sullo stipendio di marzo con un conguaglio finale a fine mese

E' allarme spazzatura a Catania. Netturbini in rivolta. I rappresentanti sindacali dei lavoratori Ato Rifiuti hanno consegnato un documento, che è stato approvato dalll’Attivo regionale dove si evidenziano le ragioni delle loro proteste e la preoccupazione che sta provocando il collasso del settore a causa della devastante crisi di natura finanziaria.

Ieri, la Pescheria era invasa da mucchi di rifiuti e cassonetti stracolmi. C'era, infatti, chi voleva ripulire piazza Alonzo Di Benedetto e chi, invece, ha impedito agli operatori comunali di ripulire l'area al posto della Oikos in sciopero.

L'assessore comunale alla Nettezza urbana Carmencita Santagati ha, così, avvertito il Prefetto. La situazione, oggi, potrebbe migliorare perchè i lavoratori dovrebbero ricevere un acconto di mille euro sullo stipendio di marzo con un conguaglio finale a fine mese.

Questa erogazione è il frutto di un accordo raggiunto tra il Consorzio di Imprese, il Comune e i rappresentanti dei lavoratori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, nuova ordinanza regionale: ecco le restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento