menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altro vertice Bianco-Crocetta per le "questioni etnee" che rimangono irrisolte

Il sindaco Enzo Bianco ha incontrato a Palazzo d'Orleans il presidente della Regione Rosario Crocetta nel corso di un vertice dedicato ad alcuni dei più urgenti problemi della città che continuano a non essere risolti: dalla Micron alla Cesame, da Librino al Teatro Massimo Bellini

Il sindaco Enzo Bianco ha incontrato a Palazzo d’Orleans il presidente della Regione Rosario Crocetta nel corso di un vertice dedicato ad alcuni dei più urgenti problemi della città e al quale erano presenti anche gli assessori alle Attività produttive Linda Vancheri e all’Istruzione Nelli Scilabra, il Segretario generale Patrizia Monterosso, il capo di Gabinetto Gianni Silvia, il commissario straordinario del Teatro Massimo Bellini Marcello Giacone e l'esperto del sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano.

“Mi sono recato a Palermo – ha detto Bianco – prima di tutto perché preoccupato dai ritardi della vicenda Cesame, per poi discutere delle numerose questioni di interesse per la città. Si è trattato di un incontro svolto in un clima di grande collaborazione. Una riunione operativa che ci ha condotto a sciogliere alcuni delicati nodi riguardanti il lavoro, in particolare il rilancio dell’Etna Valley, la situazione del quartiere di Librino, per ilquale il presidente Crocetta ha grande attenzione, i crediti della Regione nei confronti dell’Amt e la situazione del Teatro Massimo Bellini”.

QUESTIONE CESAME - Dopo l’allarme sui rallentamenti che metterebbero a rischio il progetto Cesame, l’assessore Vancheri ha reso noto al sindaco che già lunedì si costituirà la commissione interna per superare l'attuale stallo e la prossima settimana saranno aperte le buste che consentiranno di far ripartire l’azienda con i dipendenti che si sono costituiti in cooperativa. Sarà organizzato anche un tavolo con l’Irfis per individuare fonti di finanziamento. "Potrà così essere valorizzata - ha affermato il sindaco di Catania - una best practice, una felice intuizione del management e dei lavoratori dell'azienda che vogliono scommettere con grande generosità di tasca propria".

QUESTIONE MICRON - “Per quanto riguarda la vertenza Micron – ha detto Bianco – il 18 mattina partirà a Catania, come avevamo promesso, il tavolo permanente. Con sindacati e rappresentanti dell’azienda ci saranno il Comune, la Regione con l’assessore Vancheri e, compatibilmente con le evoluzioni della crisi di governo, anche il ministro delle Attività produttive. Ovviamente la nostra intenzione è quella di coinvolgere nel Tavolo anche altre realtà dell’Etna Valley come St e Myrmex perché non possiamo permetterci di perdere queste battaglie per lo sviluppo”.

QUESTIONE LIBRINO - Di crescita economica del territorio Bianco e Crocetta hanno parlato anche riguardo alla partenza della Zona franca urbana di Librino: “Dopo la firma del regolamento – ha detto Bianco - occorre adesso accelerare le procedure e lanciare la Zfu con una grande manifestazione che coinvolga imprenditori, sindacati e il mondo del volontariato che a Librino è particolarmente attivo, per far comprendere a tutti come quest’iniziativa possa davvero cambiare il volto di quella che è una città nella città. Ringrazio il presidente Crocetta per l'attenzione mostrata per il quartiere catanese”. “Il comune metterà a disposizione i locali e ci sarà anche – ha annunciato Bianco – una scuola di alta formazione sui nuovi mestieri e professioni che potrebbe essere molto utile anche allo sviluppo economico della nostra città”.

QUESTIONE AMT - Tra i problemi sul tappeto c’è stato anche  quello della mobilità urbana. Il presidente Crocetta si è impegnato a risolvere i problemi legati ai crediti vantati dall’Azienda catanese nei confronti della Regione in maniera che si possa investire proprio sui collegamenti.

QUESTIONE TEATRO MASSIMO BELLINI - Il presidente Crocetta si è impegnato a nominare immediatamente il Consiglio d’amministrazione dell’Ente e a reinserire in finanziaria le somme tagliate dal Commissario dello Stato. “La paventata incompatibilità – ha spiegato Bianco – tra la carica di Sindaco e quella di presidente del Cda degli enti lirici è stata del tutto superata e la mia tesi è stata confortata da un esplicito chiarimento contenuto in una norma. Il commissario Giacone sta facendo un buon lavoro affrontando nodi delicati. Il presidente Crocetta ha assicurato che é imminente la nomina del Cda, consentendo così al teatro Bellini, che può contare su grandi professionalità, di rimettersi in piedi e soprattutto di cominciare a programmare il proprio futuro. Un futuro che dev’essere all’altezza del suo glorioso passato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

Contrastare il Covid-19: ecco i 5 DPI più efficaci

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ristrutturare

Ristrutturare low cost: ecco come comportarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento