menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Presidente Amatori Catania, Guido Sciacca

Presidente Amatori Catania, Guido Sciacca

Amatori Catania, fine di un sogno: "Nessuno ci ha ascoltato, ripartiremo dalla C"

Dopo aver metabolizzato la scelta di ripartire dalla serie C, il glorioso club etneo cerca la strada per ripartire. Il presidente Sciacca svela a CataniaToday i particolari della decisione e traccia il nuovo cammino per il nuovo futuro

Non è facile accettarlo, ma ormai è una triste realtà. L'Amatori Catania, pietra miliare dello sport etneo, ripartirà dal campionato di serie C. L'incubo era già iniziato prima dell'estate e adesso è diventato una triste realtà. Il presidente del club Guido Sciacca esterna tutta l'amarezza dopo il triste epilogo e svela i particolari che hanno portato alla dolorosa scelta finale. "Abbiamo rilevato a Giugno la società già in uno stato di grossa difficoltà, quasi fallimentare - ha precisato Guido Sciacca - La ricerca di sponsor non è andata a buon fine: ogni tentativo di salvaguardare la storia e il prestigio del club è andato in fumo"

La crisi non ha risparmiato una realtà consolidata come quella del club etneo, da sempre in prima linea nella scena nazionale del rugby. Alla luce di questo cresce l'amarezza e lo sconforto, lo stesso che il presidente Sciacca esterna nelle sue parole: "Non siamo stati aiutati dal mondo politico e dal mondo imprenditoriale: non siamo stati ascoltati da nessuno" ha aggiunto.

Per il futuro occorrono nuove basi e nuova progettualità, per rinascere dalle proprie ceneri, proprio come una fenice. "Invece di creare un anno fallimentare - ha dichiarato Guido Sciacca - stiamo mettendo le basi per rifondare l'Amatori e vedere come poter rinascere dalla serie inferiore". Inoltre ha aggiunto che il segreto sarà quello di "Ripartire dalle giovanili e dalle under: una base solida questa per risollevare le sorti del club"

Tornando sui motivi economici che hanno costretto il club alla dolorosa scelta, il presidente ha ribadito ulteriormente che "Sono mancati gli interlocutori, quindi difficilmente era possibile fare di più". L'affermazione finale, invece, solleva una profonda riflessione sul valore dello sport: "Si crede spesso al calcio e non agli altri sport quale il rugby. Nonostante questo l'Amatori svolge da sempre a Catania un ruolo sociale importantissimo, togliendo dalla strada i ragazzini, collaborando con le scuole"

Il presidente lancia infine un appello alla città per cercare di reagire e stringersi attorno al club: " Ricordo che esiste un Iban dove ogni cittadino può liberamente fare qualsiasi donazione"


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento