Fiumefreddo, distrutta dai vandali l'ambulanza della Croce Rossa

La presidentessa Marianna Schillacci: "Hanno scassinato il magazzino e poi il mezzo. Da 20 anni facciamo attività sul territorio e non abbiamo mai avuto sentore del fatto che qualcuno ce l'avesse con noi”

Il 24 dicembre i volontari della Croce Rossa di Fiumefreddo, in provincia di Catania, postavano sui social network le foto della tombola organizzata per fare passare un Natale sereno anche ai più sfortunati. Quasi nelle stesse ore però qualcuno stava devastando il mezzo di soccorso della Croce Rossa. Ieri sera i volontari recandosi nella rimessa concessa dal comune si sono trovati davanti ad uno spettacolo desolante.

A raccontarci tutto è Marianna Schillaci, presidente del Comitato di Croce Rossa di Fiumefreddo: “Ieri sera siamo tornati da un servizio per posare un mezzo in autoparco e ci siamo accorti dell'accaduto. Hanno scassinato il magazzino dove avevamo le ruote di scorta – ci dice con voce bassa e scandendo le parole - hanno distrutto tutto. Noi ci occupavamo con quel mezzo di trasporti sanitari e di servizio sanitario durante gli eventi. Abbiamo fatto la denuncia ai carabinieri – racconta la Schillachi – e stiamo cercando di trovare una soluzione. Il danno è stato fatto alla collettività”.

Alla domanda se si sono verificati fatti del genere prima o se ci fossero delle avvisaglie di ambienti ostili Marianna Schillaci risponde: “E' la prima volta che accade un fatto come questo, da venti anni facciamo attività sul territorio e non abbiamo mai avuto sentore del fatto che qualcuno ce l'avesse con noi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto stanno arrivando attestati di solidarietà da tutta la Sicilia e dal Consiglio Direttivo del Comitato Regionale CRI per dare un supporto e procedere alla riparazione immediata dell'ambulanza. Anche i comitati limitrofi stanno attivandosi per cercare una soluzione che possa garantire lo svolgersi delle attività di trasporto di pazienti che il comitato svolgeva fino a qualche giorno fa. Gli autori di questo gesto non hanno solo commesso un atto vandalico, ma hanno colpito un'istituzione che lavora per i più deboli e per lo più lo hanno fatto in un periodo dove le attività della Croce Rossa locale si intensificano per portare aiuto a chi ne ha bisogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento