Genitori della Sante Giuffrida sul piede di guerra per il pericolo amianto

L'assessore alle politiche scolastiche, Valentina Scialfa, è intervenuta nuovamente sulla vicenda, presenziando ad una riunione con i genitori

Continua la mobilitazione dei genitori dell'istituto comprensivo "Sante Giuffrida" di viale Africa, a causa della presenza di numerosi pannelli in amianto in un vecchio stabilimento attiguo all'edificio. Alcuni giorni fa i bidelli avevano dovuto togliere a colpi di ramazza alcuni grossi pezzi finiti nel cortile della scuola ed in seguito erano state attivate tutte le procedure necessarie per la messa in sicurezza dell'area da parte del comune.

Scuola, rimosso amianto nel cortile dell'istituto Sante Giuffrida
L'assessore alle politiche scolastiche, Valentina Scialfa, è intervenuta nuovamente sulla vicenda stamattina, presenziando ad una riunione con i genitori. Ha ribadito che gli operai del servizio manutenzioni, da lei chiamati non appena ricevuta la segnalazione, sono subito intervenuti per la rimozione dei frammenti caduti in cortile, spiegando che per la bonifica totale degli edifici bisognerà aspettare i tempi tecnici dettati dalle esigenze logistiche della ditta specializzata che dovrà risolvere una volta per tutte il problema.

"Siamo in una condizione di emergenza - ha detto la Scialfa - e la preoccupazione dei genitori è comprensibile. Ma l'importante è affrontare con serenità la gestione di questo problema, evitando inutili allarmismi. Naturalmente ci sono delle procedure da rispettare e pertanto la bonifica avverrà secondo le modalità indicate dagli esperti incaricati e di concerto con i proprietari degli edifici che hanno ancora le coperture in amianto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I genitori presenti, dal canto loro, hanno lamentato un mancato - o per meglio dire tardivo - coinvolgimento da parte del comune. "In realtà -spiega una delle mamme durante il suo intervento -non è ancora stata fatta nessuna bonifica sostanziale, il pericolo di contaminazione per i nostri bimbi rimane alto. Il materiale è ancora presente, ed è stata eseguita una operazione solo parziale con rimozioni dei pezzi più grossi di eternit. Quando sarà completata con esattezza della procedura di risanamento?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparatoria in viale Grimaldi, coinvolte almeno sei persone: due i morti

  • Cancro al colon-retto, nuova tecnologia per la diagnosi precoce

  • Dopo una festa alla Playa accusa i sintomi del Coronavirus, minorenne positivo in isolamento domiciliare

  • Sparatoria in viale Grimaldi, si scava nel mondo della droga per cercare il movente

  • Coronavirus, Musumeci firma nuova ordinanza: cosa cambia adesso in Sicilia

  • Aeroporto, hostess con febbre: attivata la procedura di biocontenimento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento