Amt, piazza Alcalà: controllori aggrediti da un utente

L'ira dell'aggressore si è scatenata poco dopo la forte pioggia di stamattina che ha costretto il rientro in massa dei bagnanti dalle spiagge. Alcuni utenti però, non sono riusciti a salire sull'unico bus disponibile

Violenta aggressione a due controllori dell'Amt in piazza Alcalà da parte di un utente. L'ira dell'aggressore si è scatenata poco dopo la forte pioggia di stamattina che ha costretto il rientro in massa dei bagnanti dalle spiagge della Playa. Alcuni utenti, infatti, non sono riusciti a salire sull'unica vettura stracolma a disposizione e sono stati costretti a rimanere in attesa per lungo tempo durante il temporale.

I due lavoratori  sono stati accompagnati al pronto soccorso dell'ospedale Garibaldi, uno ha riportato contusioni al viso e si attende l'esito delle radiografie all volto e l'altro contusioni alla schiena per le quali si attende l'esito medico.

"Come sindacato- dichiara Giuseppe Cottoni di Fast-Confsal- teniamo a precisare che i disservizi che genera Amt non sono dati da come ha dichiarato il presidente Lungaro da 'una sorta di sciopero bianco', ma dall'incapacità della proprietà a far attivare tutte quelle iniziative utili affinchè vengano messi più mezzi efficenti in strada. Lanciato il grido di allarme attendiamo come da urgente richiesta presentata 10 giorni fa di essere convocati dal Prefetto al fine di trovare una soluzione al grave problema"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento