Amt, approvati i lavori per il trasferimento degli uffici a Pantano D'Arci

I lavori necessari, attesi da diversi anni, saranno effettuati con fondi ministeriali del Programma aggiuntivo del P.T.O. Catania Sud e del relativo accordo stipulato nel 2011 tra Ministero Sviluppo Economico, Comune di Catania, AMT e InvestiaCatania, fondi destinati e già disponibili presso InvestiaCatania

Il consiglio d'amministrazione di Amt Catania ha deliberato di procedere all'indizione delle procedure di gara per la realizzazione dei lavori, da eseguirsi presso la Rimessa 8 di Pantano d'Arci, che consentiranno il trasferimento degli uffici amministrativi dall'attuale sede di via S. Euplio, entro l'anno in corso.

I lavori necessari, attesi da diversi anni, saranno effettuati con fondi ministeriali del Programma aggiuntivo del P.T.O. Catania Sud e del relativo accordo stipulato nel 2011 tra Ministero Sviluppo Economico, Comune di Catania, AMT e InvestiaCatania, fondi destinati e già disponibili presso InvestiaCatania.

L'operazione consentirà di dismettere l'attuale sede di via S. Euplio e così di produrre risparmi su fitti passivi per circa 180.000 €/anno. Verrà in ogni caso previsto un ufficio abbonamenti e relazioni con il pubblico presso la sede di via Plebiscito, di proprietà dell'Azienda.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo intraprendendo, insieme alle colleghe Parisi e Spoto, un serio e rigoroso percorso di risanamento e razionalizzazione che consentirà di mettere in sicurezza il futuro dei lavoratori e della stessa Azienda - dichiara il presidente Giacomo Bellavia - Certamente il trasferimento degli uffici presso immobili di proprietà aziendale consentirà, da un lato, di risparmiare quasi 200 mila euro l'anno, e, dall'altro, di ricongiungere l'intero personale in un'unica sede operativa, così da ottimizzare i processi decisionali e produttivi e migliorare il servizio al cittadino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza regionale sul Coronavirus: obbligo di mascherina e più controlli

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Carabiniere preso a calci e pugni ad un posto di blocco da un 39enne

  • Incidente in Tangenziale, traffico in tilt: un ferito grave

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Operazione antidroga, sequestrati 1.300 chili di marijuana: 6 arresti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento