rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Crisi Amt, sindacati chiedono tavolo tecnico per risanare l'azienda

Secondo alcuni, la soluzione migliore per l’Amt, sarebbe dichiarane il fallimento e far nascere una nuova azienda

Giovanni Lo Schiavo, segretario Fast Confsal, ha scitto una lunga lettera al Prefetto sulla delicata questione Amt, chiedendo la convocazione di un tavolo di confronto istituzionale che veda coinvolti comune, regione e sindacati.

"Occorre siano chiarite le responsabilità degli attuali amministratori della società partecipata, con in testa quella del suo presidente Lungaro che fin dal momento del suo insediamento ad oggi, ha subito supinamente l’andazzo della situazione nei riguardi del socio unico, scaricando tutte le responsabilità alla Regione, la quale, invece, a differenza del comune di Catania, nel bene e nel male, sta continuando a fare la propria parte".

"Secondo alcuni, la soluzione migliore per l’Amt, sarebbe dichiarane il fallimento e far nascere una nuova azienda. Percorso apparentemente più facile, ma non privo di contraccolpi e di rischi per la comunità catanese. Noi come sindacati autonomi pensiamo che occorra lavorare in sinergia e unità su diversi piani complementari per salvare l’azienda e rilanciarla:  occorre aprire immediatamente un tavolo di confronto istituzionale, che veda coinvolti comune, regione e sindacati, finalizzato a definire un percorso di graduale ristrutturazione. Di questa iniziativa dovrebbe farsi promotore il sindaco, fino a questo momento, purtroppo, risultato assente. Allo stesso tavolo le amministrazioni locali dovrebbero chiamare i Ministeri dei Trasporti e dell’Economia per avviare un percorso virtuoso di risanamento, attraverso un accordo di programma specifico che preveda fra l’altro la stabilizzazione dei trasferimenti pubblici di risorse finanziarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Amt, sindacati chiedono tavolo tecnico per risanare l'azienda

CataniaToday è in caricamento