Amt, Puccio La Rosa nuovo presidente: nominati anche i membri del Cda

La notizia è ormai ufficiale: Puccio la Rosa è stato nuovamente indicato e nominato presidente della partecipata del trasporto pubblico Amt. Nominati anche i due consiglieri del Cda

La notizia è ormai ufficiale. Puccio la Rosa è stato nuovamente nominato presidente della partecipata del trasporto pubblico Amt. Insieme a lui, sono stati scelti anche i due consiglieri che faranno parte del Cda, Raffaella Mandarano e l'ingegnere Stefania Di Serio. Un ritorno, quello di oggi, dopo il passo indietro dello stesso La Rosa, a seguito delle polemiche sulla presunta mancanza di titoli per il conferimento della carica. "Ringrazio l'amministrazione comunale per aver ripensato al mio nome - dichiara il nuovo presidente a CataniaToday - Non posso nascondere che è una grande soddisfazione alla luce di quello che era accaduto. Il tribunale, del resto, aveva attestato il buon lavoro della mia precedente esperienza".

La decisione del sindaco Enzo Bianco, socio unico dell'azienda, pone fine oggi ad una vera e propria crisi di governance che, in questi mesi, ha visto susseguirsi diversi nomi tra i membri del consiglio di amministrazione. "Quello di oggi è chiaramente comunque un impegno gravoso e ora bisognerà lavorare ventre a terra per rilanciare una delle realtà che più sta soffrendo in questo periodo - spiega ancora La Rosa - Il mio pensiero va ai lavoratori e alle organizzazioni sindacali, a cui in questi anni abbiamo chiesto e chiederemo un impegno comune per il rilancio. Ma non solo. Penso anche alla città che ogni giorno ha subìto e subisce il cattivo funzionamento dell'azienda". "Ai cittadini - ha aggiunto - chiediamo di avere un po' di pazienza ma, dal canto nostro, possiamo assicurare di avere oggi, oltre me, due professioniste di livello come Raffaella Mandarano e l'ingegnere Stefania Di Serio, manager esperti che operano nel settore da molti anni". 

Non mancano i sassolini nella scarpa che, dopo il clamore suscitato e un procedimento aperto nei suoi confronti, La Rosa sente di togliersi per quelli che considera "attacchi ingiusti e polemiche sterili". "Quando mi sono dimesso era perché volevo evitare che ci fossero dei frantendimenti perché c'era una procedimento penale proprio sui criteri di nomina". "Inutile negare che è una soddisfazione per gli attacchi ingiusti subiti, ma non è questo il momento per una polemica politica. Oggi è un passo importante per la città, in cui, tra l'altro, per la prima volta alla guida di Amt c'è un presidente catanese". 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Catania usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento