Diritti degli animali: a Caltagirone istituite quattro colonie feline

Ottime notizie per gli animalisti, a Caltagirone sono state istitute quattro colonie feline su iniziativa dell'assessorato comunale ai Diritti degli animali

Ottime notizie per gli animalisti, a Caltagirone sono già quattro le colonie feline (segnalate attraverso appositi cartelli) istituite dall'assessorato comunale ai Diritti degli animali in collaborazione col servizio Veterinario dell'Asp e con le associazioni animaliste, per la protezione dei gatti in libertà. I felini vengono affidati alle associazioni di volontariato animalista, che li accuduscono e alimentano. I gatti, dopo essere stati sterilizzati, vengono quindi rimessi in libertà.

Queste le colonie: 1) nell'area sovrastante l'Educandato San Luigi. Si tratta dei sei gatti che vivevano in condizioni di precaria igiene a casa di un'anziana (nel centro storico) che, dopo essere stati curati e sterilizzati, sono stati rimessi in libertà (presenti alla sobria cerimonia l'assessore Vincenzo Di Stefano e il veterinario dell'Asp Nicolò Parrinelli, che si è occupato dell'importante fase della sterilizzazione) e affidati all'associazione Ampana;

2) in via Minosse: 9 gatti, fra cui 5 femmine sterilizzate, affidati a tutor indicati dalla Lav;

3) in via Parini (8 animali, con tutor indicati dalla Lida);

4) a Villa Patti (6 gatti, anch'essi curati dalla Lida).
Rafforziamo in questo modo – afferma l'assessore ai Diritti degli animali, Vincenzo Di Stefanole politiche di tutela degli animali di affezione, preservandoli da eventuali maltrattamenti e consentendo loro di vivere nel proprio habitat. Questa iniziativa si aggiunge alle tante che hanno sin qui coinvolto i cani, dall'anagrafe canina, alle adozioni, al presidio di igiene pubblica veterinaria, solo per citarne alcune”.

L'associazione – spiega il presidente provinciale dell'Ampana, Fabrizio Pantano individua l'habitat migliore e, attraverso il tutor, verifica nel tempo il permanere di una situazione ottimale”.

Prendersi cura anche in questo modo dei gatti – sottolinea il presidente locale della Lida, Francesco Di Masi significa tutelarli e compiere un gesto di grande civiltà”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento