menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anna Finocchiaro è il nuovo ministro dei Rapporti con il Parlamento

Prenderà il posto di Maria Elena Boschi. Dal 1987 non c'è stata legislatura senza Anna Finocchiaro a Roma

Sarà il nuovo ministro dei Rapporti con il Parlamento, prenderà quindi il posto di Maria Elena Boschi. Nata il 31 marzo 1955 a Modica in provincia di Ragusa, ha vissuto a Catania. Dal 1987 non c'è stata legislatura senza Anna Finocchiaro a Roma. Non sono mancate le polemiche e gli scivoloni in questi anni di attività politica. Nel 2012 e nel 2013, pizzicata da alcuni giornali che hanno immortalato la sua scorta portare pacchi per lei e girare con i carrelli nei centri commerciali. A giugno 2016 il marito Fidelbo Melchiorre è stato condannato in primo grado a nove mesi per l'affare del PTA di Giarre.

LA CARRIERA DELLA FINOCCHIARO - Nel 1981 diventa funzionario della Banca d'Italia nella filiale di Savona. Pretore a Leonforte dal 1982 al 1985, poi sostituto procuratore nel Tribunale di Catania fino al 1987, anno in cui venne eletta deputato nelle file del Partito Comunista Italiano. Dal 1988 al 1995 è stata consigliere comunale a Catania, prima con il PCI e poi con il Partito Democratico della Sinistra. Ministro per le Pari Opportunità durante il governo Prodi I, nel 2001 confermò il suo seggio alla Camera dei deputati candidandosi con i Democratici di Sinistra. In vista delle elezioni politiche del 2006 sbarca al Senato ed ottiene un nuovo mandato parlamentare risultando eletta nella circoscrizione Sicilia per la lista de L'Ulivo. Nel 2006 è nominata capogruppo a Palazzo Madama del gruppo parlamentare de L'Ulivo. È stata membro della segreteria nazionale dei DS, di cui è anche stata responsabile del settore giustizia. Nel 2007 è stata uno dei 45 membri del Comitato nazionale per il Partito Democratico; il 7 novembre, a seguito della costituzione del gruppo parlamentare del PD, ha ricevuto l'incarico di capogruppo al Senato della Repubblica. Nel 2008 ha accettato la candidatura a presidente della Regione Siciliana, che le era stata proposta dal alcuni esponenti del PD e dell'Unione. Il 14 aprile è sconfitta da Raffaele Lombardo, che ottiene oltre il 65% dei voti. Il 29 aprile 2008 è stata riconfermata capogruppo al Senato del PD per la XVI Legislatura eletta nel collegio Emilia Romagna. Nel 2013 viene eletta al Senato nel collegio pugliese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo: come eliminarlo

Alimentazione

Ingrassare: i periodi nei quali lo si fa 'naturalmente'

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento