Gdf, festa per il 20°anniversario della fondazione: primo bilancio del 2014

Anche quest'anno la cerimonia militare, in aderenza alle direttive emanate dal Comando Generale della Guardia di Finanza, ha avuto carattere rigorosamente "interno", con la presenza delle sole rappresentanze del Corpo, dinanzi al comandante provinciale, Roberto Manna

Si è svolta oggi, nella Caserma Angelo Majorana, la cerimonia di celebrazione del 240° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza. Anche quest’anno la cerimonia militare, in aderenza alle direttive emanate dal Comando Generale della Guardia di Finanza, ha avuto carattere rigorosamente “interno”, con la presenza delle sole rappresentanze del Corpo. Dinanzi al Comandante Provinciale Roberto Manna era schierata una rappresentanza di tutte le componenti delle Fiamme Gialle etnee, compresi i militari del Soccorso Alpino della Stazione S.A.G.F. di Nicolosi e le unità cinofile antidroga. Presente anche la rappresentativa locale dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia. Il Col. Manna, rivolgendosi al personale schierato, ha rimarcato i significativi risultati operativi conseguiti dal Comando Provinciale in tutti i settori di servizio: dalla lotta alla criminalità organizzata e allo sperpero di denaro pubblico, al contrasto all’evasione fiscale, alla contraffazione e allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina.

In particolare, nei primi cinque mesi dell’anno, la Guardia di Finanza di Catania ha concluso 176 interventi, tra verifiche e controlli, in materia di IVA e imposte dirette, procedendo al recupero di oltre 40 milioni di euro sottratti all’imposizione, denunciato 60 soggetti per reati fiscali, accertando 90 violazioni alla normativa penale tributaria,  individuato 441 lavoratori completamente in nero o irregolari e segnalato 56 datori di lavoro, - eseguito 3.275 controlli strumentali sul corretto rilascio dello scontrino e della ricevuta fiscale.

Nel contrasto alla criminalità organizzata e ai traffici illeciti sono stati sequestrati beni per oltre 80 milioni di euro, denunciati 24 soggetti, di cui 11 in stato di arresto, - sottoposti a sequestro di oltre 2,2 tonnellate di marijuana e oltre 18 kg di cocaina, traendo in arresto 24 responsabili. Sottratti al mercato oltre 4,2 milioni di articoli, contraffatti e/o nocivi alla salute e sicurezza pubblica, arrestando un responsabile e denunciando oltre 60 soggetti. 

Nel corso della cerimonia sono stati premiati i militari che si sono distinti in attività di servizio di particolare rilievo. Tra queste, si ricordano le operazioni “Reset”, in materia di contrasto alla criminalità organizzata, grazie alla quale è stata smantellata, con l’arresto di 24 persone affiliate alla famiglia Santapaola- Ercolano. L'operazione “Pandora”, a tutela della spesa pubblica, con la quale è stata disarticolata un’associazione a delinquere finalizzata all’indebita percezione di contributi comunitari, nazionali e locali destinati al settore della formazione professionale, culminata con l’esecuzione di custodie cautelari nei confronti di 10 soggetti. E la recente “Terra bruciata”, ancora a tutela della spesa pubblica, condotta nei confronti un’organizzazione criminale dedita alla illecita richiesta e percezione di contributi comunitari stanziati per il sostegno all’agricoltura, conclusa con l’arresto di 13 responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento