Operazioni antiabusivismo: non ci saranno più "zone franche" in città

Più di quindici i camion rimossi e sequestrati, secondo le Forze dell'Ordine, accusati di somministrare al pubblico prodotti in cattive condizioni igieniche e senza autorizzazioni

Continua senza sosta l'azione di contrasto del Comune all'abusivismo commerciale. I controlli hanno toccato tutta la città, in tutti i quartieri. A scendere in campo,  una task force di pattuglie comunali antiabusivismo, composta dalla squadra Annonaria della Municipale. Più di quindici i camion rimossi e sequestrati, secondo le Forze dell'Ordine, accusati di somministrare al pubblico prodotti in cattive condizioni igieniche e di esercitare il commercio sprovvisti delle dovute autorizzazioni.

Decine anche le multe per gli "arrusti e mangia", perché prive di autorizzazione o per occupazione di suolo pubblico con tavoli e sedie. L'ultima operazione disposta dall'assessorato alle Attività produttive poche notti fa in via Plebiscito. "I provvedimenti adottati - commenta il sindaco Raffaele Stancanelli - confermano che in città non possono esistere zone franche, ma aree ed operatori che devono lavorare con piena dignità, cioè nel rispetto delle leggi e per i residenti, nel godimento di un buon livello di qualità della vita, secondo una precisa indicazione che abbiamo più volte dato sul rispetto delle regole come precondizione per uno sviluppo ordinato della città".

È in atto una vera e propria "rivoluzione". A pronunciarsi è l'Assessore alle Attività produttive Franz Cannizzo: "Stiamo cominciando a ripristinare un contesto di regole civili per potere innestare un processo positivo in questa città".

"Stiamo dialogando con i commercianti per indurli a tornare sulla strada della legalità- aggiunge Cannizzo - se questa nostra richiesta non otterrà una risposta positiva, continueranno i controlli e le punizioni verso i trasgressori". "In questi anni - prosegue l'assessore - si è sviluppata l'idea fra i cittadini che alcuni settori siano un'autentica zona franca. Noi vogliamo debellare questa idea. Questo fenomeno è pericoloso per la salute dei cittadini e non possiamo permettere che continui".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento