Antonino Pulvirenti: minacciato da un tifoso, denunciato l’uomo

Un tifoso del Catania con una lettera ha minacciato il presidente, Antonino Pulvirenti, di rendergli la vita impossibile se avesse ceduto alcuni giocatori e non ne avesse acquistati altri

La Digos ha denunciato un tifoso 54enne per avere inviato, nel mese di gennaio, una lettera al centro sportivo Torre del Grifo, minacciando il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, di rendergli la vita impossibile se avesse ceduto alcuni giocatori e non ne avesse acquistati altri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’autore della missiva è un impiegato B.P., in passato denunciato per lo stesso motivo. Gli investigatori sono risaliti a lui grazie all’analisi calligrafica. Adesso deve rispondere di tentata violenza privata aggravata nei confronti del presidente del Catania Calcio


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento