I difensori di Antonino Speziale chiedono i domiciliari per motivi di salute

Sarebbe afflitto da una grave obesità che causerebbe apnee notturne: finirà di scontare la sua pena il 15 dicembre 2020

Si è tenuta oggi davanti al tribunale di Sorveglianza di Messina, presieduto dal dottor Nicola Mazzamuto, l'udienza riguardante la chiesta detenzione domiciliare, anche per motivi di salute, avanzata dall'avvocato Giuseppe Lipera nell’interesse di Antonino Speziale, il cui fine pena è previsto per il 15 dicembre 2020. Allo stato attuale si trova detenuto presso la Casa Circondariale “Gazzi” di Messina. L’avvocato Antonio Spiccia, che ha sostituito Lipera, ha prodotto anche la consulenza medico legale del dottor Giuseppe Caruso, il quale ha rilevato il serio stato di salute del detenuto dovuto ad una grave obesità che gli provoca preoccupanti apnee notturne. Il sostituto Procuratore Generale, Felice Lima, ha chiesto il rigetto. Il tribunale si è riservato di decidere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento