Antonio Presti pensa al ritorno a Catania: "Realizzerò un grande uovo d'oro sull'Etna"

Il mecenate Antonio Presti si dice pronto a lasciare la dimora di Castel di Tusa, in cui ha realizzato un Atelier sul mare ed la "Fiumara d'Arte" per tornare a Catania e creare sull'Etna una nuova installazione artistica sulle sciare del vulcano. Si tratta di un enorme uovo rivestito di foglie dorate, "simbolo universale di vita eterna e risurrezione"

Il mecenate Antonio Presti si dice pronto a lasciare la dimora di Castel di Tusa, in cui ha realizzato un Atelier sul mare ed la "Fiumara d'Arte" per tornare a Catania e creare sull'Etna una nuova installazione artistica sulle sciare del vulcano. Si tratta di un enorme uovo rivestito di foglie dorate, "simbolo universale di vita eterna e risurrezione". Presti ha anche fatto sapere che intende dedicarsi ancora di più alla sua "casa d'arte Stesicorea" ed al quartiere di Librino, da sempre al centro delle sue attenzioni, con un nuovo museo internazionale della fotografia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Presti - ha detto il sindaco Enzo Bianco – ha fatto e sta continuando a fare un lavoro magnifico per Librino, mostrando a tutti come l’arte possadiventare una potentissima leva di riscatto sociale. Adesso, annunciando che intende donare la sua privata collezione d’arte alla città di Catania, dimostra ancora una volta l’altissimo valore non soltanto sociale ma anche umano della sua azione. Ecco perché saremo al suo fianco per sostenerlo in questeiniziative, comprese quelle che intendono rilanciare, attraverso l’arte, quel vulcano Etna diventato patrimonio dell’Umanità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento