menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio sulla situazione dei rifiuti a Catania

foto archivio sulla situazione dei rifiuti a Catania

Appalti sui rifiuti, il sindaco Bianco: "Irregolarità segnalate all'Anac e alla Procura"

"Ho più volte fatto ruotare dirigenti - ricorda Bianco - che operavano nel settore, chiamandone, previo concorso, uno da Milano. Ho chiesto la vigilanza collaborativa all'Anac, adeguandomi ai loro suggerimenti. Ho manifestato perplessità solo sull'ipotesi di frazionare la gara in più lotti, per le evidenti difficoltà gestionali conseguenti"

"Sin dal momento del mio insediamento ho avuto piena percezione della delicatezza delle vicende amministrative nel settore dei rifiuti. Dopo pochi mesi ho destituito la dirigente del servizio per connivenze con le imprese che operavano con il Comune; successivamente è stata avviata azione penale ancora in corso. Ho licenziato e denunciato dipendenti infedeli che non controllavano la qualità dei servizi di pulizia espletati, richiedendo favori". Lo afferma il sindaco di Catania, Enzo Bianco, ricordando di avere presentato segnalazioni all'Anac e alla Procura e di avere chiesto al Conai assistenza tecnica per formulare gli elaborati della procedura di gara.

"Tutto ciò non è bastato - aggiunge - e la vicenda e il quadro che vengono fuori dall'inchiesta sono torbidi e gravissimi. Essi coinvolgono miei collaboratori, che hanno tradito la fiducia da me riposta in loro. Provo rabbia e amarezza". Il sindaco ribadisce "piena fiducia nella magistratura" e annuncia che "assumerò immediatamente ogni iniziativa amministrativa coerente con lo svolgimento dell'inchiesta".

"Ho più volte fatto ruotare dirigenti - ricorda Bianco - che operavano nel settore, chiamandone, previo concorso, uno da Milano. Ho chiesto la vigilanza collaborativa all'Anac, adeguandomi ai loro suggerimenti. Ho manifestato perplessità solo sull'ipotesi di frazionare la gara in più lotti, per le evidenti difficoltà gestionali conseguenti. Ho chiesto al Conai - sottolinea il sindaco di Catania -, tra le massime autorità tecniche nel settore, di darci assistenza tecnica per formulare gli elaborati della procedura di gara. Ho preteso che il bando di gara non fosse redatto da un solo soggetto, ma da un gruppo di lavoro. Ho chiesto che dal principio di rotazione non fosse escluso nessuno, trasferendo il personale ad altri servizi; tant'è che il Fazio, già da alcuni mesi, è stato allontanato dalla responsabilità della esecuzione del contratto".

"Ho scritto personalmente alla Procura della Repubblica di Catania e all'Anac il 20 aprile 2017 e il 25 settembre 2017 - rivela Bianco - segnalando l'evidente anomalia della mancata partecipazione alla gara di alcuna impresa. Tutto ciò non è bastato...".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

Contrastare il Covid-19: ecco i 5 DPI più efficaci

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ristrutturare

Ristrutturare low cost: ecco come comportarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento